Giulio Berruti rivela: ‘Soffro di fibromialgia da 12 anni, anche i medici mi prendevano per pazzo’

L'affascinante attore ha deciso di rivelare ai suoi fan di avere un problema di salute che lo fa soffrire molto, e ha anche svelato un rimedio che lo aiuta a stare meglio. Giulio Berruti si è lasciato andare a qualche confessione tra le sue storie di Instagram.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 17 dicembre 2018

Giulio Berruti rivela: ‘Soffro di fibromialgia da 12 anni, anche i medici mi prendevano per pazzo’
Foto: Instagram

Giulio Berruti ha raccontato ai suoi fan di soffrire da molto tempo di fibromialgia, una malattia insidiosa perché difficile da diagnosticare. Il sex symbol italiano ha infatti avuto diverse difficoltà nel far capire ai medici quale fosse il suo problema, cosa che ha ritardato l’inizio delle cure. Ancora oggi, purtroppo, non si può far altro che attenuare i dolori che la malattia comporta. Giulio Berruti ha rivelato un trucchetto che, provato sulla sua pelle, gli ha permesso di alleviare i sintomi.

Giulio Berruti: “Ho la fibromialgia”

È tra le sue storie di Instagram che l’attore ha rivelato ai suoi fan un dettaglio della sua vita personale. Giulio Berruti ha infatti un problema di salute che lo affligge da molto tempo: la fibromialgia – la stessa malattia di cui soffre Lady Gaga. Si tratta di una patologia di cui sono ancora ignote le cause, e per la quale non c’è una cura.

Tra i sintomi principali della fibromialgia ci sono forti dolori muscolari, spossatezza, disturbi dell’umore e insonnia. Insomma, si tratta di una malattia invalidante, che compromette seriamente la qualità della vita. Giulio Berruti ha voluto perciò condividere con i follower un rimedio che ha adottato per sentirsi meglio.

“Il metodo si chiama Wim Hof. Lo trovate su Google. Acqua fredda del rubinetto, ci buttiamo dentro. 10 minuti al giorno, tutti i giorni, vi passa la fibromialgia. Provateci, ve lo assicuro. Ci soffro da 12 anni e le ho provate tutte, questa cosa funziona. Chi ne soffre sa di cosa parlo” – ha spiegato l’attore.

Poche ore dopo, ha puntualizzato: “Mi state scrivendo veramente in tanti e la cosa mi solleva perché per anni sono stato preso per pazzo pure dai medici. Ero convinto di essere tra i pochi ad avere questo disturbo di cui non si conosce la causa, ma siamo tanti. Tenete duro”. Parole di incoraggiamento rivolte a tutti coloro che lo seguono, ma anche a se stesso.