Grande Fratello Vip 2, le lacrime di Carmen Di Pietro: Dormivo in stazione

Carmen Di Pietro ha conquistato il pubblico del Grande Fratello Vip 2 per la sua allegria e esuberanza, ma l'attrice e showgirl ha mostrato davanti alle telecamere anche il suo lato più sensibile quando ha raccontato tra le lacrime il suo passato difficile

Pubblicato da Monica Monnis Mercoledì 20 settembre 2017

Grande Fratello Vip 2, le lacrime di Carmen Di Pietro: Dormivo in stazione

“Dormivo in stazione”, confessa tra le lacrime Carmen Di Pietro al Grande Fratello Vip 2. L’arrivo a “Tristopoli” del gruppo di concorrenti che hanno trascorso la loro prima settimana di permanenza nel reality di canale 5 nella “casa dei ricchi” non è stato per nulla facile. Anche Carmen Di Pietro, sempre solare e gioiosa, è scoppiata in un pianto inconsolabile a causa dei tristi ricordi che le evoca il “tugurio” adibito a stazione.

Carmen Di Pietro piange ricordando il suo passato

Carmen Di Pietro ha conquistato il pubblico del Grande Fratello Vip 2 per la sua allegria e esuberanza, oltre che per le sue strane abitudini mostrate ai suoi conquilini, tra cui mettere i reggiseni in freezer e cantare a squarciagola di prima mattina.

L’attrice e showgirl, però, ha mostrato davanti alle telecamere anche un suo lato più serioso e sensibile, al suo ingresso a Tristopoli, la parte della casa del Grande Fratello adibita a stazione che nelle scorse edizioni veniva chiamato “tugurio”.

Carmen Di Pietro confessa: Dormivo nei vagoni del treno

La nuova “stazionata”, dopo aver dormito nelle cuccette dei treni non è riuscita a trattenere le lacrime davanti ai suoi compagni d’avventura.

Dormivo nei treni fermi in stazione e la mattina andavo a fare i provini. Non avevo soldi per l’albergo e così la sera andavo in stazione, aprivo una porta del treno e dormivo dove trovavo posto. Altri tempi”, ha confessato tra i singhiozzi la prorompente 52enne.

“Ed è per questo che ai miei figli insegno che se non ci sono soldi e una cosa non si può avere, non devono insistere o andare dal padre. Non è un giusto modello educativo”, ha poi concluso, conquistando gli abbracci degli altri coinquilini, e sicuramente anche l’affetto del pubblico da casa.

Vedi anche: