Il principe Filippo dice addio alla patente, dopo l’incidente del mese scorso

I suoi riflessi non sono più quelli di una volta, e così il principe Filippo ha deciso di rinunciare alla patente. A 97 anni, non si sente più sicuro alla guida. Dopotutto, sono passate poche settimane dall'incidente che egli stesso ha causato, nel quale per fortuna nessuno ha avuto gravi conseguenze.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 11 febbraio 2019

Il principe Filippo dice addio alla patente, dopo l’incidente del mese scorso
Foto: Ansa

La decisione del principe Filippo di rinunciare alla patente ha fatto il giro del web. Il marito della regina Elisabetta II ha spontaneamente fatto la sua scelta, dopo l’incidente in cui è rimasto coinvolto all’incirca un mese fa. Lo spavento e l’inevitabile conclusione che i suoi riflessi non sono più quelli di qualche anno fa lo hanno portato a consegnare volontariamente la sua patente e rinunciare così alla sua autonomia al volante.

Il principe Filippo rinuncia alla patente

La notizia è arrivata nelle scorse ore da Buckingham Palace: “Dopo un’attenta considerazione ha preso la decisione di consegnare volontariamente la sua patente di guida” – si legge in una nota rilasciata dal portavoce della famiglia reale. Il principe Filippo, raggiunta l’età di 97 anni, non si sente più in grado di guidare in totale sicurezza.

È probabile che in questa decisione abbia avuto fondamentale rilievo quanto accaduto nelle scorse settimane. Il principe consorte, al volante della sua Land Rover, si aggirava nei pressi della tenuta di Sandringham quando si è scontrato contro un’altra auto. Filippo ha poi spiegato che non si era accorto della vettura a causa di un riflesso del sole, che stava tramontando.

Per fortuna, l’incidente non ha avuto gravi conseguenze: il principe Filippo non ha riportato alcun problema di salute – sebbene sia rimasto sotto shock per diverse ore – mentre solo una delle tre persone a bordo dell’altra automobile ha avuto qualche ripercussione (un polso fratturato).