Isola 13, Marco Ferri piange sulla spalla di Jonathan

Continua a crescere la tensione nei naufraghi rimasti in Honduras. Prosegue infatti l’avventura, all’Isola dei Famosi 13, e c’è chi inizia a manifestare i primi segni di disagio. Marco Ferri poche ore fa è scoppiato in lacrime davanti a Jonathan, che lo ha prontamente consolato.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Martedì 20 marzo 2018

Isola 13, Marco Ferri piange sulla spalla di Jonathan

Marco Ferri scoppia a piangere sulla spalla di Jonathan Kashanian, all’Isola dei Famosi 13. Con il passare dei giorni e l’inesorabile avvicinarsi della finale, il clima in Honduras si fa sempre più pesante. I naufraghi rimasti in gara all’Isola dei Famosi 13 sono costretti a sopportare le privazioni e la nostalgia di casa: per loro non è affatto facile non perdere la testa. Qualche volta però capita che ci sia chi si lascia andare ad un pianto liberatorio: ecco quello che è successo a Marco Ferri.

Marco Ferri: “Ho bisogno di affetto”

Il giovane modello Marco Ferri ha passato momenti difficili dopo l’eliminazione dei naufraghi con i quali aveva stretto un bel legame di amicizia – Francesco Monte, Rosa Perrotta e Paola Di Benedetto. Tra coloro che sono rimasti in gara, Marco sembra aver legato solo con Jonathan. Per questo, quando l’uomo lo ha rimproverato per un cocco, Ferri è scoppiato in lacrime.

Jonathan ha compreso il bisogno di Marco di sfogarsi, e lo ha sostenuto in questo attimo di fragilità. “La cosa che mi manca di più qui è l’affetto” – svela il giovane. Se Ferri è felice che il suo compagno abbia stretto amicizia con gli altri naufraghi, dall’altro è dispiaciuto perché lui non è riuscito a fare lo stesso.

“Sono rimasto con un gruppo che, non per colpa né per scelta mia, è insieme fin dal primo giorno” – spiega il modello. “Amaurys, Alessia, Nino e gli altri sono uniti sin dall’inizio. Si è creato un meccanismo per il quale se devono buttare qualcuno giù dalla torre uno dei primi mi sento di essere io. Lo si vede anche nelle piccole scelte quotidiane”.

Jonathan lo ha consolato: “Mi è piaciuto vedere un Marco Ferri a cui è scesa una lacrima. Per me un uomo non è mai un uomo completo fino a quando non si chiude il cerchio e non fa vedere il suo lato più fragile”.

Vedi anche: