J-Ax, il nuovo singolo Tutto sua madre: ‘Racconto il dramma di chi vuole un figlio e non riesce’

È appena uscito il nuovo singolo "Tutto sua madre", di J-Ax. Il rapper ha annunciato la bella notizia ai suoi fan con un post su Instagram, in cui racconta un doloroso retroscena riguardante la canzone. Si parla infatti delle difficoltà di chi desidera un figlio, ma non riesce ad averlo: un dramma che J-Ax ha vissuto sulla sua pelle.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Venerdì 14 settembre 2018

J-Ax, il nuovo singolo Tutto sua madre: ‘Racconto il dramma di chi vuole un figlio e non riesce’
Foto: Instagram

J-Ax, nel suo nuovo singolo, racconta la sofferenza di chi non riesce ad avere un figlio. Il rapper, diventato papà per la prima volta a 45 anni, è finalmente un uomo soddisfatto dalla vita. Ma non è sempre stato così: in passato lui e sua moglie hanno cercato una gravidanza a lungo, arrivando a temere di non poter mai avere un figlio. Alla fine il loro sogno si è realizzato, e con questo brano J-Ax vuole rivendicare il diritto di ogni uomo e donna a diventare genitori.

J-Ax: “Anche io non riuscivo ad avere un figlio”

View this post on Instagram

Ho voluto scrivere un pezzo per le persone che vivono il dramma di voler creare una nuova vita, senza riuscirci, situazione in cui per qualche anno mi sono trovato anch’io. In Italia siamo in tantissimi, ma per qualcuno siamo troppi. Dovremmo essere zero. Infatti leggiamo più spesso di iniziative che questo Governo vorrebbe prendere contro la fecondazione assistita e tante altre procedure che aiutano decine di migliaia di coppie italiane a creare una famiglia insieme. Trovo assurdo che un Governo fatto, almeno per la parte più gialla, di persone che ho sempre rispettato e ammirato per la scelta di portare avanti principi di libertà e giustizia possa rendersi partecipe di una ingiustizia simile. Anche perché di certo non è una scelta di nessuno trovarsi in una situazione così, ma si tratta di qualcosa che colpisce tutti trasversalmente, senza favoritismi o pregiudizi: destra, sinistra, leghisti, comunisti, grillini e gente che si nutre solo del proprio respiro. Per questo motivo, prima di andare fino in fondo e negare a centinaia di migliaia di italiani il diritto di avere un figlio, vi chiedo un piccolo gesto di empatia: come vi sentireste voi se, da un momento all’altro, il rumore del respiro e le risate del vostro bambino sparissero? Quel vuoto è quello che vivono tanti italiani come voi. Quel vuoto tanti non desiderano altro che colmarlo con l'amore. E l'amore, voi, o chiunque altro, non avete il diritto di fermarlo. La canzone la potete ascoltare tramite il link che vi ho messo in bio😘.

A post shared by J-Ax (@j.axofficial) on

È tempo di grandi novità, per tutti i fan di J-Ax. Il rapper ha da poco annunciato il suo ritorno con DJ Jad: gli Articolo 31 si riuniranno per una serie di live che promettono un vero e proprio tuffo nel passato. Qualche ora fa invece è arrivata la bella notizia: è appena uscito un nuovo singolo.

J-Ax ha pubblicato in anteprima il brano “Tutto sua madre”, nel quale parla di un problema molto sentito per tantissime persone in tutto il mondo: l’infertilità. Lui stesso, prima di avere il suo adorato Nicolas, ha tentato a lungo di mettere al mondo un figlio.

“Ho voluto scrivere un pezzo per le persone che vivono il dramma di voler creare una nuova vita, senza riuscirci, situazione in cui per qualche anno mi sono trovato anch’io” – esordisce il rapper su Instagram, a didascalia di una foto dolcissima che lo ritrae con il suo bambino. “In Italia siamo in tantissimi, ma per qualcuno siamo troppi. Dovremmo essere zero. Infatti leggiamo più spesso di iniziative che questo Governo vorrebbe prendere contro la fecondazione assistita e tante altre procedure che aiutano decine di migliaia di coppie italiane a creare una famiglia insieme.

Trovo assurdo che un Governo fatto, almeno per la parte più gialla, di persone che ho sempre rispettato e ammirato per la scelta di portare avanti principi di libertà e giustizia possa rendersi partecipe di una ingiustizia simile. Anche perché di certo non è una scelta di nessuno trovarsi in una situazione così, ma si tratta di qualcosa che colpisce tutti trasversalmente, senza favoritismi o pregiudizi: destra, sinistra, leghisti, comunisti, grillini e gente che si nutre solo del proprio respiro.

Per questo motivo, prima di andare fino in fondo e negare a centinaia di migliaia di italiani il diritto di avere un figlio, vi chiedo un piccolo gesto di empatia: come vi sentireste voi se, da un momento all’altro, il rumore del respiro e le risate del vostro bambino sparissero? Quel vuoto è quello che vivono tanti italiani come voi. Quel vuoto tanti non desiderano altro che colmarlo con l’amore. E l’amore, voi, o chiunque altro, non avete il diritto di fermarlo”.