Johnny Depp denunciato per aver picchiato un uomo sul set

Non c’è pace per l’attore americano, che in questi mesi è finito più volte nei guai. Stavolta Johnny Depp è stato denunciato da un membro della produzione del suo ultimo film, per un’aggressione avvenuta proprio sul set. Ecco che cosa sarebbe accaduto, secondo quanto dichiarato dalla vittima.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Martedì 10 luglio 2018

Johnny Depp denunciato per aver picchiato un uomo sul set
Ansa / foto

Johnny Depp è stato denunciato per aggressione, per un episodio accaduto lo scorso anno sul set del film City of Lies, del regista Brad Furman. Ad aver adito le vie legali per questo increscioso avvenimento è Gregg Brooks, manager delle location della pellicola, che sarebbe stato picchiato dalla star hollywoodiana nel 2017, senza che vi fosse un motivo particolare. Johnny Depp avrebbe infatti reagito in maniera violenta ad un semplice avviso dell’uomo.

Johnny Depp, nuova accusa per l’attore

Questo sembra essere un momento particolarmente difficile, per Johnny Depp. A pochi mesi dalla denuncia di due suoi ex bodyguard, ora l’attore dovrà tornare in tribunale per rispondere delle accuse di Gregg Brooks, che ha lavorato nella sua crew durante la produzione di City of Lies.

L’uomo ha infatti denunciato un’aggressione avvenuta lo scorso anno, proprio sul set del film. Stando alle parole del manager, Johnny Depp avrebbe dato in escandescenze quando gli è stato riferito che avrebbe dovuto rispettare degli orari per le riprese della pellicola.

La produzione aveva il permesso di girare fino alle 19 all’esterno del Barclay Hotel di Los Angeles, e fino alle 22 al suo interno. Ma a causa dei ritardi dell’attore per due volte gli orari non sarebbero stati rispettati, cosa che avrebbe comportato un ‘rimprovero’ proprio a Gregg Brooks.

Johnny Depp, avvisato dell’accaduto dal manager, avrebbe reagito davvero in modo esagerato: “Chi sei tu? Non hai il diritto di dirmi cosa fare. Non mi interessa quello che dici, non puoi dirmi cosa fare”. E poi gli avrebbe sferrato due pugni alle costole.

Secondo quanto riportato da Eonline, Gregg Brooks sarebbe stato licenziato perché si sarebbe rifiutato di firmare una liberatoria in cui rinunciava a denunciare Depp per l’accaduto. Dalla parte dell’attore si schiera però il regista: “I film possono essere stressanti e spesso i non-eventi vengono esagerati. Tutti noi amiamo le storie, ma qui non c’è alcuna storia da raccontare” – ha dichiarato.

Vedi anche: