Jovanotti salta il concerto di Bologna: edema alle corde vocali

Brutte notizie per i fan di Jovanotti: il rapper è costretto a rimandare il concerto di questa sera presso l’Unipol Arena di Bologna. Il suo medico gli ha infatti diagnosticato un edema alle corde vocali, da curare assolutamente con alcuni giorni di riposo totale.

da , il

    Jovanotti salta il concerto di Bologna: edema alle corde vocali

    Jovanotti cancella l’ultimo concerto di Bologna a causa di un problema alle corde vocali. Questa sera, lunedì 16 aprile 2018, si sarebbe dovuta tenere la terza data del tour di Jovanotti presso l’Unipol Arena di Bologna. Ma il rapper è stato costretto a rimandare il concerto per alcuni problemi di salute. La notizia è stata diffusa dal cantante, tramite il suo profilo Instagram. In un primo momento Jovanotti aveva solamente anticipato la possibilità di dover saltare l’esibizione, ma poche ore dopo è arrivata la conferma.

    Jovanotti cancella la data di Bologna

    Da più di due mesi Jovanotti non ha un momento di riposo: il suo tour Lorenzo Live 2018 lo ha portato in tante città italiane, per esibirsi davanti a milioni di fan. Dopo ben 12 date al Forum di Assago di Milano, 3 all’RDS Stadium di Rimini, 9 al Mandela Forum di Firenze e 4 al Pala Alpitour di Torino, è il turno di Bologna.

    Due concerti stupendi si sarebbero dovuti concludere questa sera con l’ultima data emiliana, prima di passare a Roma. Ma Jovanotti è costretto a deludere i suoi fan. Qualche ora fa il rapper aveva lanciato l’allarme su Instagram: “Ciao amici di Bologna sono dal Dott. Fussi a Ravenna, temo che dovremo rimandare il concerto di stasera” – aveva scritto.

    “La diagnosi è un piccolo edema alle corde vocali ma se non faccio almeno 3 giorni di silenzio totale e terapia il rischio è che poi peggiori ulteriormente. Vi confermo ufficialmente tra poco. È la prima volta che mi capita di dover rimandare uno show mi dispiace molto. A dopo!”.

    Immediati i messaggi dei follower, che lo hanno rassicurato e si sono preoccupati per le sue condizioni di salute, sperando ancora in un lieto fine. Ma poco fa è arrivata la conferma: “Il doc Fussi mi ha detto che in 3 giorni le corde tornano in forma ma se ci avessi caricato un concerto stasera magari bombato di farmaci (che coprendo l’infiammazione e il dolore mi avrebbero fatto credere di stare bene) avrei messo a rischio le corde vocali seriamente.

    È che sabato sono andato in scena già con un inizio di infiammazione e c’ho dato dentro come sempre e alla notte la voce era zero. Mi dispiace per il disagio di stasera degli amici di Bologna, ma la recuperiamo e per chi non potrà vi dirò tra poco come fare per il rimborso del biglietto. A dopo!”.