Lorella Cuccarini in difesa di Fausto Brizzi: Per me è innocente fino a prova contraria

Lorella Cuccarini, ospite della trasmissione di Rai 3 condotta da Bianca Berlinguer 'Cartabianca' parla delle accuse di molestie sessuali portate alla luce dal programma Le Iene e ammette di non apprezzare i processi mediatici fatti in tv e non in un'aula di Tribunale

Pubblicato da Monica Monnis Mercoledì 22 novembre 2017

Lorella Cuccarini in difesa di Fausto Brizzi: Per me è innocente fino a prova contraria
Instagram / foto

“Per me è innocente fino a prova contraria”: Lorella Cuccarini difende Fausto Brizzi negli studi di “Cartabianca”. La conduttrice, attrice e ballerina ospite della trasmissione di Rai 3 condotta da Bianca Berlinguer dice la sua sullo scandalo delle molestie sessuali nel mondo dello spettacolo, che sta riempiendo le prime pagine di tutti i giornali. Lorella Cuccarini ammette di non apprezzare i processi mediatici fatti in tv e non in un’aula di Tribunale.

Lorella Cuccarini sul caso Fausto Brizzi: le denunce non si fanno in tv

Dopo le denunce di molestia sessuale da parte di 10 attrici nei confronti di Fausto Brizzi portate alla luce da Le Iene, il regista ha subito una vera e propria crocifissione mediatica, tanto da portare la moglie Claudia Zanella a difenderlo sulle pagine dei giornali e a Le Iene di decidere di non parlare più dello scandalo e di passare la parola alla giustizia.

Come Ambra Angiolini, anche Lorella Cuccarini critica fortemente il modo con cui è stato affrontato un tema così delicato come la violenza sessuale sulle donne.

“Per quello che è successo in Italia, non mi piacciono i processi sommari fatti nei programmi televisivi”, ha detto la conduttrice dagli studi di Cartabianca.

In particolare, sul caso Fausto Brizzi, la showgirl si è schierata dalla parte del regista definendolo “innocente fino a prova contraria”.

“Leggevo poco prima di entrare un tweet di Selvaggia Lucarelli in cui diceva che hanno tolto il nome di Fausto Brizzi dalla locandina del cinepanettone: la trovo veramente una cosa assurda. Per me è innocente fino a prova contraria, in qualsiasi caso non vai a togliere il nome di un regista di un film in cui, la figura femminile, non mi sembra che sia stata sempre portata al massimo dello splendore”, ha continuato la 52enne prima di tornare sul processo mediatico fatto al regista romano in tv, sottolineando come molte delle donne che lo accusano non hanno voluto rivelare la loro identità.

“L’abbiamo visto in un programma televisivo e con delle persone che poi, comunque, non si sono fatte vedere. Non si scherza su queste cose, trovo che sia un brutto momento e che le denunce vadano fatte nelle sedi opportune e non nei programmi televisivi“.

Lorella Cuccarini e le molestie sessuali nella sua carriera

Lorella è stata poi interrogata sulla sua esperienza personale. L’attrice ha ammesso di aver intuito più di una volta di essere oggetto di avances non gradite ma di essere sempre riuscita a bloccarle per tempo.

“Penso che ci sia abuso di potere, questo però è appannaggio degli uomini, come delle donne. Ma noi donne non possiamo passare sempre per le piccole fiammiferaie, sappiamo quando c’è l’insidia dietro l’angolo, sappiamo dire ‘no’ in modo elegante, come anche in modo non elegante quando la proposta arriva da una persona che è un porco”, ha confessato poi l’amato volto di “Buona Domenica”.

Vedi anche: