Marco Carta svela il suo dramma: ‘Mio padre non ha voluto conoscermi’

Nonostante tutto il dolore vissuto nella sua infanzia, oggi l'artista si è detto felice e pronto a nuove sfide. Alle sue spalle un duro percorso di crescita e riflessione.

Pubblicato da Giovanna Tedde Venerdì 23 novembre 2018

Marco Carta svela il suo dramma: ‘Mio padre non ha voluto conoscermi’

Marco Carta, ospite di Caterina Balivo a Vieni da me, ha ripercorso le tappe della sua infanzia sino al nodo della sua vita che non si è mai sciolto: il dolore per il padre. Il cantante sardo ha parlato della sua sofferenza per un rapporto che non ha mai avuto, e l’emozione corre sul filo dei ricordi…

Marco Carta parla del padre

Anche la conduttrice Caterina Balivo ha trattenuto a stento le lacrime davanti alle parole del suo ospite, Marco Carta.

Il cantante ha svelato di aver sofferto molto nel suo passato, per via dell’assenza di un padre. Marco Carta ha perso entrambi i genitori ed è cresciuto nell’amore di una famiglia che non lo ha mai lasciato solo, anche se tanti interrogativi irrisolti sono arrivati a galla con tutta la loro insistenza.

E la risposta non è stata certo facile da gestire a livello emotivo: “Non ho mai avuto un padre. Nonostante la mia famiglia lo dipingesse molto bene, io sentivo che mentivano pur di non farmi sentire diverso. Per paura di dipingerlo male, mi hanno sempre parlato bene di lui, ma sentivo che c’era una bugia bianca nel senso che lui non mi ha voluto conoscere. È morto quando avevo otto anni, ma in questo tempo non mi ha voluto incontrare”.

Il pubblico si è emozionato con l’artista, che ha poi proseguito nel suo racconto: “Un giorno che dovevamo finalmente incontrarci, l’ho aspettato diverse ore fuori casa ma lui non si è mai presentato. Quando ho capito che non sarebbe mai arrivato, ho pianto tantissimo e sono andato a nascondermi nel caminetto, per sentire un po’ di calore. Aveva un’altra famiglia con un altro figlio“.

Marco Carta ha incontrato il fratellastro dopo molto tempo: “Ho conosciuto mio fratello Alessio tardi ma abbiamo recuperato. È un’eredità molto grande che mi ha lasciato mio padre. Durante l’adolescenza ignoravo la presenza paterna per la tanta rabbia che provavo, da un paio di anni ho capito che anche lui avrà avuto i suoi motivi. Ora sono felice” .

LEGGI ANCHE: Marco Carta, coming out in diretta tv