Matt ‘Guitar’ Murphy è morto: addio al chitarrista cuoco dei Blues Brothers

Il grande artista, icona di stile inconfondibile, si è spento all'età di 88 anni. Nessuno potrà mai dimenticare lo storico duetto con Aretha Franklin, nel film cult The Blues Brothers che ha reso la sua fama immortale.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 18 giugno 2018

Matt ‘Guitar’ Murphy è morto: addio al chitarrista cuoco dei Blues Brothers
Instagram / foto

Matt ‘Guitar’ Murphy è morto: addio al chitarrista cuoco dei Blues Brothers. Aveva 88 anni, e ha scritto un capitolo di storia musicale indelebile e inarrivabile. A darne l’annuncio, poi rilanciato poi da migliaia di persone sui social, il nipote Floyd Murphy Jr., anch’egli musicista.

Matt Murphy: addio al grande idolo della chitarra

Pagine e pagine di blues incise per sempre nella storia della musica mondiale, una sola firma: Matt ‘Guitar’ Murphy.
L’artista, nel pieno fermento artistico tra gli anni ’40 e ’50, si trasferì dal Mississippi a Chicago a 19 anni. Questo momento gli aprì le porte della fortuna sulla scena internazionale.
La sua prima band era stata creata da Howlin’ Wolf. Una carriera luminosa, quella di Murphy, che suonò con musicisti del calibro di Ike Turner, Etta James, James Cotton, Willie Dixon e Sonny Boy Williamson.
La consacrazione definitiva arrivò nel ruolo del musicista-cuoco, marito di Aretha Franklin e protagonista della scena cult in duetto con la cantante, sulle note di Think.
Stando a quanto riportato da Rolling Stone, Murphy fu scoperto da Dan Ackroyd e John Belushi in un club di New York nel 1978.
Lo avrebbero scritturato dopo aver assistito alla sua performance live, da cui scaturì l’album Briefcase Full of Blues .