Maurizio Mattioli in lacrime, il ricordo della moglie scomparsa

L'attore comico, ospite a Storie Italiane, ha ricordato la moglie morta alcuni anni fa, dopo tanto tempo bloccata a letto a seguito di un incidente stradale. Maurizio Mattioli sta superando solo ora il trauma della sua scomparsa, avvenuta nel 2014.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Martedì 25 settembre 2018

Maurizio Mattioli in lacrime, il ricordo della moglie scomparsa

Maurizio Mattioli scoppia in lacrime davanti alle foto di sua moglie Barbara, morta nel 2014. Nell’ultima puntata di Storie Italiane, l’attore comico è intervenuto come ospite e ha raccontato qualche curiosità sulla sua carriera e sulla sua vita privata. Quando Eleonora Daniele ha mostrato una videoclip con alcune immagini della moglie, Maurizio Mattioli si è commosso e non è riuscito a trattenere le lacrime.

Maurizio Mattioli emozionato al ricordo di sua moglie

L’attore de I Cesaroni ha raccontato a Eleonora Daniele alcuni dei momenti più belli vissuti al fianco di Barbara, sua moglie. La donna al suo fianco per molti anni, è stata vittima di un terribile incidente stradale che le ha provocato una serie di gravi problemi di salute. Nel 2014, dopo 7 anni di sofferenze, Barbara si è spenta circondata dall’affetto dei suoi cari.

Maurizio Mattioli ha ripercorso quei dolorosi momenti ai microfoni di Storie Italiane: “L’incidente di mia moglie è stato un colpo terribile, mi è cascato tutto addosso. Poi, da lì, 7 anni di passione, soprattutto di sofferenza emotiva: anche mia moglie avrebbe preferito finirla prima, in quei pochi momenti di lucidità mi faceva capire che soffrire in quella maniera, inutilmente, senza un minimo di speranza… Per sette anni è stata veramente brutta” – ha rivelato l’attore.

Per tanto tempo l’uomo si è chiuso nella sua sofferenza, piangendo la morte dell’amata moglie. “Stiamo ricominciando a vivere un po’, adesso: purtroppo, o per fortuna, la vita prosegue e va avanti. Però ci sono stati gli amici, esistono persone che possono farti soffrire un po’ di meno standoti vicino in maniera sincera: io, grazie a Dio, le ho avute”.