Meghan Markle, la malattia che potrebbe farla partorire in anticipo

Secondo alcuni esperti, Meghan Markle potrebbe essere affetta da una malattia molto particolare. Gli indizi arrivano proprio dalle foto che la vedono sorridente, con le mani poggiate sul pancione.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Venerdì 8 febbraio 2019

Meghan Markle, la malattia che potrebbe farla partorire in anticipo
Foto: Ansa

Meghan Markle potrebbe soffrire della sindrome di ipermobilità articolare, una malattia che potrebbe avere tra le conseguenze il parto prematuro. La duchessa di Sussex è in dolce attesa del suo primo figlio, che dovrebbe nascere ad aprile 2019. Ma secondo alcune voci, il royal baby potrebbe anticipare di qualche settimana. La causa potrebbe essere proprio quella rivelata da alcuni esperti.

Meghan Markle, parto prematuro?

Dalle foto che in queste settimane fanno il giro del web, l’ostetrica Liz Halliday, che lavora nella clinica Private Midwives, pare aver riscontrato un problema che potrebbe affliggere Meghan Markle. La donna, intervistata dal Daily Mail, ha rivelato che la duchessa di Sussex potrebbe avere la sindrome di ipermobilità articolare.

L’indizio arriva proprio da quelle mani che Meghan appoggia sempre sul pancione. L’ostetrica ha infatti notato che il pollice tende a rimanere molto sollevato, in una posizione alquanto particolare. La sindrome di cui potrebbe soffrire permette infatti una maggiore estensione delle articolazioni di varie parti del corpo, tra cui le dita.

I sintomi dell’ipermobilità articolare comprendono anche un rilassamento dei muscoli pelvici, aggravato dal proseguire della gravidanza. Secondo la Halliday, quindi, è probabile che Meghan Markle non riesca ad arrivare al termine della gestazione.