Meghan Markle: tra le regole, l’inchino a Kate Middleton e l’abito da lutto a portata di mano

Non bastavano il divieto assoluto di baciare il principe in pubblico, la rinuncia a molluschi e crostacei nella dieta e il no alle minigonne: per la duchessa del Sussex, entrata nel vivo del suo nuovo ruolo sociale, è tempo di 'abbassare la testa', nel senso letterale del termine...

Pubblicato da Giovanna Tedde Venerdì 25 maggio 2018

Meghan Markle: tra le regole, l’inchino a Kate Middleton e l’abito da lutto a portata di mano
Foto / ansa

Credevate che per Meghan Markle fosse come nelle favole? Forse vi sbagliavate! A giudicare dall’obbligo di inchino a Kate Middleton e dalla interminabile sfilza di imposizioni, non sarà certo vita facile per la duchessa del Sussex. Almeno non fino a che non avrà introiettato e fatto proprie tutte le leggi del protocollo reale a cui ha giurato fedeltà.

Duchessa sì, ma un gradino sotto Kate Middleton

Nel Regno Unito si scommette già sull’ipotesi che tra le cognate nazionali Meghan Markle e Kate Middleton possa presto nascere un forte conflitto.
Il motivo di questa prospettiva? Entrambe duchesse, la prima del Sussex e la seconda di Cambridge, ma decisamente su piani differenti.
Protocollo vuole, infatti, che Meghan Markle ‘abbassi la testa’ alla sua diretta antagonista (almeno in fatto di stile): ogni volta che entrerà in una stanza in cui è presente la moglie del principe William, dovrà inchinarsi al suo cospetto.
Da Kate Middleton a Camilla, passando necessariamente per la regina in persona, la moglie di Harry dovrà mostrare riverenza. In pubblico come in privato.
Il perché è spiegato dal ferreo assetto gerarchico della monarchia: Lady Middleton è, infatti, moglie del primogenito di Carlo, secondo in linea di successione al trono d’Inghilterra. Suo figlio, il principino George, è terzo in successione, e nel suo orizzonte c’è il rango di ‘regina consorte’.
Per questo, non sarà mai sullo stesso piano di Meghan Markle, pur fregiata dello stesso titolo nobiliare ma sempre un gradino sotto la duchessa di Cambridge.

Abito da lutto prêt-à-porter

Una delle curiosità, tra i vincoli reali, è quella secondo cui un membro della Royal Family non può affatto viaggiare senza un particolare outfit pronto da indossare: in giro per il mondo, sì, ma sempre con l’abito da lutto in valigia.
Questo perché, in qualunque occasione pubblica (o privata) all’estero, in caso di morte di un reale inglese, è fatto obbligo di indossare immediatamente la mise adatta al momento di dolore. Basti pensare che Elisabetta II e consorte si trovavano in Africa al momento della scomparsa di Re Giorgio, e non si fecero trovare impreparati!
A tutta questa costellazione di regole, Meghan Markle si avvicinerà ‘dolcemente’, grazie alla guida della tutor Samantha Cohen, assegnatale dalla regina per sei mesi.

Vedi anche: