Mia Martini, Patty Pravo minaccia una querela: l’annuncio sui social

La Strambelli affida ai social un comunicato per prendere le distanze dalle accuse riguardanti il caso Martini e per rendere noto che, a tutela della sua reputazione, è pronta a sporgere denuncia-querela.

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 19 febbraio 2019

Mia Martini, Patty Pravo minaccia una querela: l’annuncio sui social
Foto: Ansa

Patty Pravo non ci sta e replica dopo l’impietoso ritratto emerso da una presunta intervista in cui Mia Martini avrebbe indicato in lei e Fred Bongusto “i primi a dire che portavo jella“. Il clamore suscitato dal film biografico su Mimì ha riacceso l’attenzione sulla sua figura di donna e artista, non senza qualche ‘effetto collaterale’. La Pravo è pronta ad adire le vie legali.

Patty Pravo furiosa

Dopo la messa in onda del film Io sono Mia, incentrato sulla biografia di Mia Martini, scoppia la bufera intorno a una presunta intervista dell’artista, dalla fonte incerta, apparsa recentemente sul web.

Il contenuto di quel video, diventato virale, ha fatto infuriare Patty Pravo, che sui social ha annunciato di essere pronta a un’azione legale per tutelare la sua reputazione.

La cantante, infatti, è stata indicata tra i primi a dire che Mimì portasse jella, insieme a Fred Bongusto. Ne è scaturita una valanga di commenti carichi di insulti contro la Strambelli.

A seguito dei messaggi dal contenuto falso e offensivo ricevuti nei giorni scorsi, sono costretta a pubblicare il seguente comunicato. Patty Pravo

Pubblicato da Patty Pravo su Venerdì 15 febbraio 2019

Un clima talmente saturo di cattiverie che si è detta pronta alla querela: “A seguito dei messaggi dal contenuto falso e offensivo ricevuti nei giorni scorsi, sono costretta a pubblicare il seguente comunicato: la signora Strambelli prende le distanze, ora come allora, dalle affermazioni attribuitele circa la signora Mia Martini e, qualora si dovesse insistere in tali comportamenti, provvederà a sporgere denuncia-querela per diffamazione a mezzo stampa ed internet a tutela della propria reputazione“.