Myrta Merlino sul fidanzato Marco Tardelli: ‘È gelosissimo’

La conduttrice di La7 racconta alcuni dettagli della sua relazione con l’ex campione del mondo, Marco Tardelli. E ciò che emerge è il ritratto di un uomo molto geloso. Ecco le parole di Myrta Merlino.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Martedì 29 maggio 2018

Myrta Merlino sul fidanzato Marco Tardelli: ‘È gelosissimo’
Ansa / foto

Myrta Merlino parla della gelosia del fidanzato Marco Tardelli, rivelando alcuni dettagli sulla loro storia d’amore. La presentatrice tv di L’aria che tira, in onda su La7, s è innamorata dell’ex campione del mondo appena un anno fa, proprio nel momento più difficile della sua vita. Myrta Merlino infatti, nel 2017, ha perso sua madre Annamaria Palermo, che aveva 74 anni. Conosceva già da tantissimo tempo Marco Tardelli, e in quei terribili mesi ha trovato conforto tra le sue braccia. Ma a quanto pare, l’ex calciatore è un uomo molto geloso.

Myrta Merlino e Marco Tardelli

La coppia è uscita allo scoperto alcuni mesi fa, ed è ben presto finita al centro del gossip. Oggi è Myrta Merlino, bravissima conduttrice di La7, a svelare qualche dettaglio sulla sua storia d’amore con una delle icone del calcio italiano, l’uomo simbolo della vittoria ai Mondiali del 1982.

Intervistata a Un giorno da pecora, trasmissione radiofonica in onda su Rai Radio1, la Merlino ha parlato del suo nuovo compagno: “È gelosissimo, è geloso in assoluto, è un uomo possessivo”. Non di quelli che spiano il telefonino della partner, questo no: “Queste sono cose misere, ma è geloso”.

A quanto pare, Tardelli è una persona molto diretta, che chiarisce il punto senza troppi giri di parole: “Lo dice, e lo dice anche agli altri: ‘Stai attento, non ti avvicinare che sono gelosissimo” – ha spiegato Myrta. La conduttrice ha raccontato anche un episodio divertente, che fa capire bene quanto l’ex calciatore sia possessivo nei suoi confronti.

“L’altra sera a cena, nel salutarmi, una persona mi ha dato un bacio, ma ci siamo girati dalla stessa parte e quindi il bacio ce lo siamo dati un po’ meno sulla guancia. Gli ha detto: ‘Come ti permetti, io ti ammazzo!’. Io ho cercato di dirgli che era stato un errore e lui mi ha risposto: ‘Ma che errore!’”.