Naike Rivelli, test del DNA svela un segreto shock: il suo non è il padre biologico

Uno scoop lanciato dalla trasmissione 'Non disturbare', di Paola Perego, rimette in discussione la figura di Naike Rivelli, figlia di Ornella Muti. A 43 anni la scoperta del suo vero padre, silenzio assoluto da Ornella Muti.

da , il

    Naike Rivelli scopre il suo vero padre con il test del DNA: la rivelazione shock a 43 anni, secondo quanto emerso dallo scoop della nuova trasmissione di Paola Perego, Non disturbare. Nulla trapela dalla madre della controversa artista, Ornella Muti, che non avrebbe rilasciato alcun commento sulla questione.

    Naike Rivelli: nel test del DNA una verità taciuta per 43 anni

    A 43 anni, Naike Rivelli ha scoperto la vera paternità: non è la trama di un film ma lo scoop secondo cui, a detta della trasmissione di Paola Perego, Non disturbare, la figlia di Ornella Muti sarebbe venuta a conoscenza che l’uomo che ha sempre guardato come al vero padre non è tale.

    Al Messaggero, la conduttrice ha svelato alcuni dettagli: “Ha scoperto da poco, grazie a un esame del DNA fatto in Spagna e poi ripetuto in Italia, che l’uomo che ha sempre chiamato papà non è suo padre e ora non sa di chi sia figlia: sua madre, Ornella Muti, non ha saputo darle una risposta”.

    L’uomo che credeva suo padre non lo è: lo shock in casa Rivelli

    La Rivelli ha sempre creduto che suo padre fosse il produttore spagnolo José Luis Bermúdez de Castro, con cui Ornella Muti ha avuto una relazione.

    Nel 1974 è nata Naike, ma la storia d’amore tra sua madre e quello che credeva suo padre è naufragata poco dopo, quando l’attrice ha scoperto l’esistenza di una vita parallela di lui (aveva già una moglie!).

    Ai microfoni di Diva e Donna, la Rivelli aveva raccontato il rammarico per non essere mai stata riconosciuta come figlia da de Castro: “A sette anni ho chiesto di conoscerlo, lo vedevo una o due volte l’anno: mi riempiva di regali, ma non di affetto. Non ha voluto riconoscermi, ma non me ne faccio un cruccio, non posso mica obbligarlo”.