Ornella Vanoni a L’intervista di Costanzo: Gino Paoli e il figlio perso

Cala il sipario sulla quarta edizione del programma di Maurizio Costanzo, un talk che ha restituito agli italiani un ritratto 'umano' e molto intimo di alcuni dei personaggi più famosi del jet set. Si chiude in bellezza, con una strepitosa intervista a Ornella Vanoni che regala inediti frammenti di una vita sotto i riflettori e apre una finestra sul dolore per la perdita del figlio con il cantautore.

da , il

    Ornella Vanoni a L’intervista di Costanzo: Gino Paoli e il figlio perso

    Ornella Vanoni, nel talk L’intervista di Maurizio Costanzo, parla del figlio perso con Gino Paoli, e di molti episodi della sua vita, senza filtri. Chiude con la straordinaria cantante questa quarta edizione del format in cui, in seconda serata su Canale 5, si sono avvicendati alcuni tra i volti più noti del jet set. La puntata del 1° marzo 2018 regala al pubblico un inedito ritratto della cantante, fatto di gioie e dolori che, spesso, i riflettori ‘oscurano’.

    Ornella Vanoni e Gino Paoli: ‘Abbiamo perso un figlio’

    Ai microfoni di Costanzo, Ornella Vanoni parla del suo rapporto passato con il cantautore Gino Paoli, fornendone una descrizione originale e piuttosto suggestiva: “Lui è un gatto. Non so…non lo vedevo per tre giorni, poi scendevo ed era seduto sui gradini del portone”.

    La cantante ha perso un bambino, primo figlio di Paoli: “L’ho perso – risponde a Costanzo che le chiede perché la coppia non abbia avuto un bimbo -. Il suo primo figlio era il mio ma poi l’ho perso”.

    Il tentativo di suicidio di Gino Paoli

    Poi arriva un’altra domanda molto intima: “Che hai pensato la sera dell’11 luglio del 1963, quando hai saputo che Gino (Paoli) ha tentato il suicidio sparandosi un colpo di pistola al cuore?”, e la Vanoni risponde che in realtà non ha pensato a niente.

    “Non ne sapevo esattamente i motivi…mi ricordo che sono andata a trovarlo di notte [...] lui era pieno di ossigeno…sono entrata e lui continuava a ridere…mi guardava e mi tirava i capelli…”.

    Ornella Vanoni e l’aborto

    Costanzo apre un focus su un altro episodio doloroso nella vita della cantante, quello relativo all’aborto in giovane età. Fu una decisione sofferta, che la Vanoni commenta così: “Non è che io ho deciso, io stavo con questo ragazzo svizzero [...] sono rimasta incinta e lui il bambino non lo voleva… io ero molto insicura [...] e ho abortito ma non avrei voluto farlo”.

    Diverse forme d’amore

    “Mi parli dei tuoi nipoti come non mi hai parlato dei tuoi amori”, incalza Costanzo, e riceve una risposta tanto concisa quanto esaustiva: “Beh mentre gli amori sono complicati, l’amore che tu provi per figli e i nipoti è un amore fatto di serenità”.

    Il primo bacio di Ornella Vanoni

    E come dimenticare il primo bacio? L’artista lo ricorda esattamente così: “Sì, lo ricordo. Un figo spaziale, l’ho rivisto adesso, è invecchiato ma è bellissimo. Avevo capito tutto già allora”.

    E sulla sensualità, sua grande alleata da sempre, Maurizio Costanzo fa una precisa domanda: “C’è un momento in cui hai capito che eri una donna molto sensuale?”; Ornella Vanoni risponde così: “Sì, l’ho capito abbastanza presto. E sì, certo, ci ho giocato”.