Paola Caruso, confessione shock: ‘Sono incinta, ma il mio compagno mi ha buttata fuori di casa’

La showgirl racconta il momento drammatico che sta vivendo: dopo aver scoperto di essere incinta, il suo compagno l'ha buttata fuori di casa. Ora Paola Caruso è rimasta da sola, in questo frangente così delicato. Ma va avanti per il suo bambino, che presto stringerà tra le braccia.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Martedì 4 settembre 2018

Paola Caruso, confessione shock: ‘Sono incinta, ma il mio compagno mi ha buttata fuori di casa’
Foto: Instagram

Paola Caruso racconta il suo dramma: la showgirl è incinta, ma il suo compagno l’ha lasciata. Tutto è accaduto nelle ultime settimane. La concorrente di questa nuova edizione di Pechino Express ha vissuto un’estate intensa, all’insegna della felicità. Purtroppo però la sua gioia si è spenta, quando il fidanzato Francesco Caserta ha deciso di non volerne più sapere. Paola Caruso è stata costretta a lasciare la casa in cui abitava con il compagno.

Paola Caruso incinta, il dramma della showgirl

Paola Caruso in esclusiva su “Chi”: «Sono incinta di quattro mesi, ma Francesco, il padre del bambino che aspetto, è scappato». Milano. «Mi sono accorta di essere incinta durante le registrazioni di “Pechino Express”, l'ho detto subito al mio compagno ed era al settimo cielo. Vivevamo insieme a casa sua, era tutto perfetto, poi durante l'estate se n'è andato senza dire niente e mi ha mandato i carabinieri e sua sorella a buttarmi fuori di casa», racconta disperata Paola Caruso in un'intervista esclusiva su “Chi” in edicola da mercoledì 5 settembre, che da marzo era legata all'imprenditore Francesco Caserta, proprietario di una catena di supermercati. «Non capisco cosa sia successo, visto che nelle nostre intenzioni c'erano una casa nuova e il matrimonio. So di non essere mai piaciuta a sua madre e immagino che si sia fatto condizionare, tanto da rispondere al mio avvocato che sono solo una pazza che si sta inventando tutto. Se sarà necessario chiederò il test del Dna, non pensavo che potesse andare così». E la ex “bonas” di “Avanti un altro” continua: Sarei disposta a seppellire l’ascia di guerra, se dovessero tornare con l’abbraccio dell’amore. Ma non succederà. Ho scritto privatamente alla madre e per tutta risposta, lei mi ha bloccato sui social. Ma io non smetto di crederci per me e per Nicola, nostro figlio: si chiamerà come mio padre che non c’è più». • • Paola, raccogliere la tua intervista per CHI è stato davvero difficile. Tifiamo per te. Sul serio. La vita non è solo risate da palcoscenico… un grazie immenso a #simonaventura per come ti ha aiutato, lei sa perché.

A post shared by Gabriele Parpiglia (@gabrieleparpiglia) on

Sulle pagine del settimanale Chi, in edicola nei prossimi giorni, Paola Caruso si è lanciata in un lungo sfogo. La showgirl sta infatti vivendo un momento davvero difficile. Da qualche tempo, l’ex Bonas di Avanti un altro sembrava aver trovato la serenità al fianco del giovane imprenditore Francesco Caserta. Tante foto sui social avevano confermato la loro liaison, per la grande gioia dei fan della Caruso.

Ma qualcosa non è andato per il verso giusto. “Mi sono accorta di essere incinta durante le registrazioni di Pechino Express, l’ho detto subito al mio compagno ed era al settimo cielo. Vivevamo insieme a casa sua, era tutto perfetto, poi durante l’estate se n’è andato senza dire niente e ha mandato i carabinieri e sua sorella a buttarmi fuori di casa”.

Paola è dovuta tornare a vivere da sola, con il suo bimbo in grembo. “Non capisco cosa sia successo, visto che nelle nostre intenzioni c’erano una casa nuova e il matrimonio. So di non essere mai piaciuta a sua madre e immagino che si sia fatto condizionare, tanto da rispondere al mio avvocato che sono solo una pazza che si sta inventando tutto. Se sarà necessario chiederò il test del DNA, non pensavo che potesse andare così” – prosegue la showgirl.

Infine, la Caruso rivela di essere pronta a perdonare: “Ho scritto privatamente alla madre e, per tutta risposta, lei mi ha bloccato sui social. Ma io non smetto di crederci per me e per Nicola, nostro figlio: si chiamerà come mio padre che non c’è più”.