Partita del Cuore nel segno di Fabrizio Frizzi: il ricordo commovente tra lacrime e applausi

Uno striscione con la gigantografia del conduttore scomparso e un fiume in piena di applausi per ricordarlo, in quello che è stato uno degli eventi che ha sempre avuto più a cuore. Allo stadio Ferraris di Genova il ricordo del sorriso dolce di Fabrizio e quel 'Ciao', carico di dolore e speranza.

da , il

    Partita del Cuore nel segno di Fabrizio Frizzi: il ricordo commovente tra lacrime e applausi

    Lacrime e commozione alla Partita del Cuore 2018, vissuta nel segno di Fabrizio Frizzi e del suo impegno per gli altri. Un appuntamento consueto con la solidarietà, ma di tenore decisamente diverso, ferito dal dolore per la perdita di uno dei più grandi nomi della tv italiana che è stato anche un uomo buono, altruista e discreto.

    Stadio Ferraris: il boato dell’applauso per Fabrizio Frizzi

    “Ciao Fabrizio”: due semplici parole, nero su bianco su uno striscione enorme allo stadio Ferraris di Genova, che racchiudono il profondo significato di un anno duro, difficile da metabolizzare dopo la perdita del conduttore, scomparso tragicamente il 26 marzo scorso.

    Il saluto è quello gentile, affettuoso e riconoscente della sua gente, di quel pubblico che ha sempre amato e ha trascinato con sé nella splendida sfida solidale che è la Partita del Cuore.

    Un’edizione 2018 nel segno di Fabrizio Frizzi, in cui i tifosi hanno voluto rendergli omaggio tra lacrime e un oceano avvolgente di applausi.

    Il pianto e l’emozione sono sempre gli stessi, immutati nella loro dirompente forza, e vengono da chi lo ha amato come collega e come amico e da chi, invece, ha potuto sfiorarne la grandezza attraverso uno schermo.

    Baci al vento come quello affidato da Antonella Clerici mentre cala lo striscione sulla tribuna, tristezza composta come quella di Carlo Conti che affida alla spalla della collega un sostegno prima della lunga diretta. Tutto questo è Fabrizio, e non potrebbe essere diverso il ricordo che il mondo della televisione ha di lui.