Patrizia Bonetti senza filtri: ‘Il mio ex Stefano Ricucci mi ha riempita di botte’

Un processo, al via il prossimo settembre, servirà a dipanare la matassa sulle presunte violenze subite dall'ex gieffina. Sotto accusa l'ex marito di Anna Falchi, che definisce la ragazza 'mitomane' e l'ha denunciata per calunnia. A Domenica Live le rivelazioni shock.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 7 maggio 2018

Patrizia Bonetti senza filtri: ‘Il mio ex Stefano Ricucci mi ha riempita di botte’

Ex di Gianluca Vacchi, del figlio di Gigi D’Alessio e…di Stefano Ricucci. Patrizia Bonetti accusa quest’ultimo di averla riempita di botte, e non più velatamente come successo poche settimane fa nella casa del Grande Fratello. Ora fa nome e cognome in tv, nonostante sul caso stia per partire un processo (in apertura a settembre 2018) che servirà a chiarire le presunte responsabilità dell’imprenditore. Dal canto suo, lui rispedisce le accuse al mittente, sottolineando il carattere ‘mitomane’ della sua ex.

Patrizia Bonetti: ‘Picchiata da Stefano Ricucci’

Dopo la tormenta giudiziaria relativa a presunti scandali finanziari, su Stefano Ricucci si abbatte un uragano mediatico con cui già, in passato, aveva fatto i conti. Stavolta, però, le accuse sono in dirette televisiva, e non è bastata una denuncia (con annesso processo in avvio il prossimo settembre) a tenere la vicenda lontana dall’occhio impietoso delle telecamere.
Patrizia Bonetti, ex fiamma di Ricucci, lo accusa platealmente di averla picchiata selvaggiamente. L’ex concorrente del Grande Fratello ha parlato ai microfoni di Domenica Live, senza filtri.
Il motivo, secondo la donna, sarebbe legato a una innocente uscita con il figlio dell’imprenditore, Edoardo, motivo scatenante della folle gelosia (presunta) dell’ex marito di Anna Falchi.
La loro relazione è finita in modo turbolento nel 2015, ma lo strascico giudiziario non è rimasto trincerato nei meandri delle aule di un tribunale. Ricucci la definisce ‘baby killer’ nonostante non abbia mai ucciso nessuno, a sottolinearne la presunta ‘pericolosità’ per la stabilità altrui.
L’imprenditore nega ogni contestazione, sostiene che lei si sia inventata tutto per via di una patologica mania di protagonismo. Ha sempre smentito di aver aggredito la Bonetti e ha liquidato la prognosi di 30 giorni (ricevuta dalla sua ex dopo la presunta violenza) come un fatto, a suo dire, ignoto: “Per il trauma cranico e facciale, io non so cosa abbia fatto”, aveva detto al quotidiano Il Tempo nell’immediatezza delle accuse mosse dalla donna (2015).
Patrizia Bonetti sostiene con forza di avere tutte le prove dell’avvenuta aggressione, con tanto di referti medici che ritiene ‘inequivocabili’. Due versioni diametralmente opposte, sui cui sarà chiamato a esprimersi un giudice.