Roberta Bruzzone e la confessione scioccante: ‘Da piccola ho tentato di affogare i miei fratelli’

L'infanzia di Roberta Bruzzone? Esperimenti con le sue bambole, gelosia verso i fratellini e qualche episodio "manesco" a scuola: ma raccontato dalla criminologa, sembra tutto molto più macabro. Ecco le rivelazioni che hanno lasciato il pubblico senza fiato.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Martedì 22 gennaio 2019

Roberta Bruzzone e la confessione scioccante: ‘Da piccola ho tentato di affogare i miei fratelli’

Roberta Bruzzone si è lasciata andare ad un lungo sfogo sulla sua infanzia, durante il quale ha portato alla luce alcuni dettagli piuttosto inquietanti. Ieri pomeriggio la criminologa più famosa della tv è stata ospite di Vieni da me, la trasmissione condotta da Caterina Balivo. Nel corso della puntata, la sua intervista ha toccato vari argomenti: dalla sua infanzia al suo successo in tv. Ed è proprio tornando indietro negli anni che Roberta Bruzzone ha scioccato i telespettatori.

Roberta Bruzzone, l’inquietante infanzia

Una bambina gelosa dei suoi fratellini, che talvolta sfoga la sua rabbia a scuola, non sorprende nessuno. Ma Roberta Bruzzone, da piccola, sembra essere stata una vera monella. A partire dal suo strano gusto per il macabro: “Da bambina mi piaceva sperimentare tecniche di smembramento e decapitazione con le bambole. Hanno smesso di regalarmene perché le distruggevo tutte”.

A preoccupare di più i suoi familiari era però la condotta non proprio eccellente della piccola, soprattutto nei confronti dei fratellini: “Tentai di annegarli nella vasca da bagno. Mia nonna mi fermò giusto in tempo. Non ero imputabile, avevo solo tre anni e mezzo. Li picchiavo, ma ero molto piccola. Io la classica bambina femminuccia tranquilla? No, non su questo pianeta”.

Anche a scuola non era una alunna modello: “Sono addirittura stata cacciata dalla scuola materna delle suore. Le suore raccomandarono a mia madre di non portarmi più in quella scuola” – ha infatti confessato l’esperta di delitti irrisolti. Una personalità davvero irriverente, non c’è che dire. La ciliegina sulla torta? La sua ultima rivelazione su Bruno Vespa: “È una persona a cui voglio molto bene, se mi chiedesse di seppellire un cadavere gli darei una mano”.