Rupert Everett a Verissimo: ‘Hollywood troppo stressante per gli attori’ 

Il celebre attore inglese si racconta a cuore aperto nel salottino di Canale 5. Rupert Everett parla del suo periodo in America, dove ha lavorato negli studios di Hollywood, e poi confessa le difficoltà incontrate nel raccontare pubblicamente della sua omosessualità.

da , il

    Rupert Everett a Verissimo: ‘Hollywood troppo stressante per gli attori’ 

    Rupert Everett è ospite a Verissimo e parla del periodo in cui ha lavorato ad Hollywood, un periodo molto stressante. Il famosissimo attore inglese è in queste settimane al cinema con il suo ultimo lavoro “The happy prince – L’ultimo ritratto di Oscar Wilde”, di cui ha curato la sceneggiatura e la regia, vestendo poi i panni del drammaturgo irlandese. Domani Rupert Everett soddisferà le curiosità del pubblico italiano, raccontando alcuni aneddoti sulla sua carriera e la sua vita privata nel salottino di Silvia Toffanin.

    Rupert Everett sulla sua omosessualità

    L’attore affronta diverse questioni molto delicate, durante la sua intervista a Verissimo, che andrà in onda domani pomeriggio su Canale 5. Rupert Everett parla infatti del periodo che ha trascorso in America per lavoro, confidando le tante difficoltà incontrate: “Hollywood è un posto troppo stressante per gli attori” – spiega.

    “Ti senti sempre che sei o in una lista di quelli che stanno avendo successo o nell’altra, di quelli che ne stanno riscuotendo meno. È molto angosciante”. Rupert ripercorre in studio quella che è stata la sua brillante carriera, punteggiata da successi che tuttora vengono considerati capisaldi del cinema.

    Come ad esempio il film “Il matrimonio del mio miglior amico”, in cui ha recitato assieme a Cameron Diaz. L’attrice di recente ha detto addio al mondo dello spettacolo, ma Rupert Everett è convinto che si tratti di una decisione solo momentanea: “Sono sicuro che un giorno o l’altro farà il suo ritorno al cinema”.

    Infine tocca un argomento che lo riguarda molto da vicino. Da anni l’attore ha dichiarato la sua omosessualità, uno tra i primi nel patinato mondo dello spettacolo. “Non è stata una vera scelta, ma frequentavo abitualmente discoteche gay e non volevo essere costretto a mentire, perché quando menti sei in una posizione fragile e sei vulnerabile. Ora ho un compagno con il quale sono felice da 11 anni”.

    Rupert Everett parla di omosessualità