Russell Crowe, all’asta oggetti personali per pagare il divorzio

Russell Crowe ha messo all'asta oggetti personali e cimeli cinematografici per pagare le spese del divorzio dall'ex moglie Danielle Spencer. L'attore, in collaborazione con Sotheby's, ha realizzato un'asta dal nome 'L'arte del divorzio' ottenendo un incasso totale di circa 3 milioni di dollari. Dall'armatura del Gladiatore a un violino del 1890, tantissimi i cimeli personali di Crowe che sono stati venduti

Pubblicato da Giulia Martensini Lunedì 9 aprile 2018

Russell Crowe, all’asta oggetti personali per pagare il divorzio

foto / ansa

Russell Crowe ha messo all’asta i suo oggetti personali per pagare le spese del divorzio.

Dal carro romano all’armatura del Gladiatore: l’attore ha venduto oltre 200 oggetti per coprire i costi della separazione dalla ex moglie Danielle Spencer, raccogliendo un incasso totale da circa 3 milioni di dollari.
“Mica male per un turno di cinque ore”, ha scherzato Crowe, che però non è riuscito a vendere gli oggetti più costosi, tra cui un anello con un diamante giallo che partiva da 100mila dollari come base d’asta. Moltissimi, in compenso, gli oggetti di medio-basso valore andati a ruba nel corso dell’asta rinominata “L’arte del divorzio”, realizzata dall’attore in collaborazione con Sotheby’s che ha avuto luogo a Sidney.

Molti i cimeli provenienti dai set cinematografici che l’hanno reso famoso nel mondo, come “Il Gladiatore”, “Cinderella man”, “Master&Commander”.125 mila dollari sono bastati per assicurarsi l’armatura originale che indossava nel film dove interpretava il comandante romano Massimo, uno dei pezzi più apprezzati e desiderati dell’asta. È stato inoltre venduto per “soli” 7mila dollari il sospensorio in pelle, usato per interpretare la parte del pugile in “Cinderella man”.
In totale sono stati venduti all’asta 192 oggetti su 277, tra cui spiccano una collezione di chitarre, due moto d’epoca, la replica esatta di un carro romano usato nel film di Ridley Scott e un violino del 1890 apparso in Master and Commander e venduto per 135mila dollari. Proprio mentre il violino veniva battuto all’asta, Russel Crowe è comparso sul palco, in onore del suo 54esimo compleanno, che cadeva proprio il 7 aprile.
“E’ un avido collezionista, ha stanze piene zeppe di cimeli- ha rivelato l’amministratore delegato di Sotheby’s Australia, Gary Singer – Ne ha talmente tanti che chiunque ne avrebbe potuti portarne via duecento senza che lui neppure se ne accorgesse”.