Ryan Reynolds rivela: ‘Soffro d’ansia, sono finito negli abissi’

L’attore fa un’amara confessione, parlando del disturbo d’ansia di cui soffre ormai da molto tempo. Ryan Reynolds ha trovato però la sua “cura”: si tratta di sua moglie Blake Lively, con la quale è sposato dal 2012, e delle loro due bambine, le piccole James e Ines.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Martedì 8 maggio 2018

ryan-reynolds-ansia-attacchi-di-panico

Ansa / foto

Ryan Reynolds ammette di soffrire d’ansia e di attacchi di panico, tanto da aver avuto un crollo nervoso. Il famosissimo attore di Hollywood, che al cinema ha dato vita al supereroe Deadpool, parla delle difficoltà che ha incontrato nel corso della sua carriera a causa del disturbo d’ansia che lo affligge da quando era poco più che un adolescente. Ryan Reynolds è riuscito pian piano a trovare il suo modo per attenuare gli attacchi che, ancora, lo colgono soprattutto in ambito professionale.

Ryan Reynolds parla del suo disturbo

“Soffro d’ansia, ne ho sempre sofferto” – spiega l’attore in un’intervista sulle pagine del New York Times. Aveva 20 anni quando ha iniziato a manifestare i primi sintomi, fino ad arrivare a toccare il fondo. “Conosco l’ansia più positiva, nel senso di ‘sono nervoso per questa cosa’, ma sono finito anche negli abissi dell’altro estremo, quello buio, che non è affatto divertente”.

Sono stati molti i tentativi di uscire da solo da questa difficile situazione, facendo ricorso all’automedicazione. Ma il problema si è ingigantito, fino a quando non ha avuto un esaurimento nervoso – al termine delle riprese di Deadpool, nel 2015.

Da quel momento, Ryan Reynolds ha iniziato ad adottare alcune misure per attenuare la sua ansia. Ad esempio segue alcuni esercizi di meditazione e, quando si trova sul set, cerca di calarsi completamente nei panni del suo personaggio.

Eppure, in vista di ogni sua apparizione sugli schermi, l’ansia torna a farsi sentire: “Provo un profondo nervosismo e un senso di nausea” – ha ammesso l’attore, che la scorsa settimana è stato in Italia per partecipare come ospite a Ballando con le stelle 2018.

Il suo rimedio migliore all’ansia è senza alcun dubbio sua moglie, Blake Lively. I due sono sposati dal 2012 e hanno due splendide figlie, le piccole James e Ines. Non è un segreto che Ryan affidi la sua salute mentale alla donna: “Blake è il mio calmante” – aveva riferito qualche mese fa.