Selvaggia Lucarelli denunciata per stalking e diffamazione aggravata

La blogger, in un lungo post su Facebook, ha rivelato di essere stata denunciata da una donna di cui aveva parlato tempo addietro, come esempio di bullismo. Selvaggia Lucarelli ha raccontato la sua versione dei fatti sui social.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Giovedì 4 ottobre 2018

Selvaggia Lucarelli denunciata per stalking e diffamazione aggravata
Foto: Instagram

Selvaggia Lucarelli è stata denunciata per stalking e diffamazione aggravata da una donna, protagonista qualche mese fa di un suo post piuttosto piccato. La signora di Ravenna che ha presentato querela nei confronti della blogger ritiene di essere stata vittima di linciaggio mediatico a causa delle dure affermazioni di Selvaggia Lucarelli sul suo conto. Ecco la vicenda, che risale allo scorso maggio 2018.

Selvaggia Lucarelli, la denuncia per stalking

Qualche mese fa Selvaggia Lucarelli ha pubblicato su Facebook lo screenshot di un post preso da un profilo pubblico, con i relativi commenti. Si tratta del messaggio di una mamma alla festa scolastica del proprio figlio, che aveva postato la foto di alcune altre mamme riprese di spalle, deridendole per la loro forma fisica. “Mamme iniziate il mio programma Slim perché i vostri mariti si girano a guardare donne più curate” – si leggeva sotto lo scatto.

La Lucarelli, da sempre in prima fila contro il bullismo e l’utilizzo sconsiderato dei social network, ha denunciato pubblicamente questo ennesimo esempio negativo. Ma nelle scorse ore è arrivata la sorpresa: la donna protagonista del post incriminato ha presentato querela nei confronti della blogger, per stalking e diffamazione aggravata. A suo dire, le parole di Selvaggia l’avrebbero resa vittima di un linciaggio mediatico.

Per tutta risposta, Selvaggia Lucarelli ha scritto la sua versione sul suo profilo Facebook: “Qualche mese fa pubblicai qui su fb il post di una donna […]. Per la cronaca, il genio aveva fotografato la dirigente scolastica, una docente e una mamma. Lo scopo? Pubblicizzare i prodotti dimagranti che vendeva online. Quella sera le scrissi subito sulla sua bacheca di togliere quel post, rispose sarcastica che aveva un vip sulla sua bacheca e di pensare alle mie frecciatine.

Il giorno dopo pubblicai il suo post e le consigliai in privato su fb di chiedere scusa a quelle donne. La tizia fece una pessima figura e a quel punto, andò avanti mesi a rilasciare interviste a giornali (col suo avvocato) dipingendosi come vittima. Poi iniziò a scrivere post della serie ‘ora parlerò io’, il mio dramma, gli hater etc…In pratica, le vittime non erano le tre donne per giunta IGNORATE COMPLETAMENTE DAI GIORNALI locali, ma lei” – ha esordito la Lucarelli.

“Mi fa abbastanza sorridere che non capisca una cosa semplice semplice: gli hater che l’hanno turbata, usano il web esattamente come lo ha usato lei. Per offendere e deridere. Lei è esattamente quello che lei denuncia. Leggo poi che mi ha denunciata per stalking. Io non ho ricevuto nulla, ma sarò lieta eventualmente di controdenunciarla per calunnia, perché lo stalking è una cosa seria e non deve azzardarsi ad associarmi a reati che spesso e volentieri sfociano in tragedie reali”.

Selvaggia ha inoltre rivelato che la signora in questione sarebbe stata a sua volta denunciata sia dalla dirigente scolastica che dalla docente che aveva fotografato e deriso sul web.