Sonia Bruganelli: ‘Andiamo da Gucci?’, il web non perdona la domanda alla figlia su Instagram

La moglie di Paolo Bonolis torna al centro di feroci polemiche per la presunta ostentazione della sua ricchezza, per cui è stata spesso attaccata sui social. Stavolta, a scatenare la crescente irritazione di alcuni utenti, è un botta e risposta con sua figlia pubblicato su Instagram. In quel dialogo, secondo alcuni, sembrano non mancare spunti per una lettura 'snob' della caratura della consorte del conduttore.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 9 aprile 2018

Sonia Bruganelli: ‘Andiamo da Gucci?’, il web non perdona la domanda alla figlia su Instagram
Instagram / foto

Pioggia di critiche su Sonia Bruganelli: la domanda fatta alla figlia, in un video postato su Instagram, scatena la rabbia di molti utenti. “Andiamo oggi da Gucci?”, chiede la moglie di Paolo Bonolis alla bambina, riaccendendo la miccia delle polemiche sul suo atteggiamento sui social (da alcuni definito ‘snob) e sulla presunta ostentazione di ricchezza di cui si sarebbe resa protagonista.

Il video della moglie di Bonolis riaccende le polemiche

Ancora una volta sotto la lente di pesanti accuse: così Sonia Bruganelli si rimette al centro delle discussioni online, per un video pubblicato sul suo profilo Instagram poche ore fa.
La moglie di Paolo Bonolis chiede alla figlia qualcosa che, secondo alcuni, sarebbe l’ennesimo sintomo della malcelata ostentazione della sua ricchezza sui social: “Andiamo oggi da Gucci?”.

La legge del contrappasso. 😬

A post shared by Sonia Bruganelli (@soniabrugi) on

La risposta della bambina è l’ulteriore occasione per affondare la lama delle polemiche sul suo conto: “Ma io voglio andare da H&M”, replica alla mamma la piccola Adele.
Il post è accompagnato dalla didascalia “La legge del contrappasso”, e diventa motivo di aspre contese sul presunto atteggiamento snob della moglie del conduttore.
Lo scorso anno, la Bruganelli era finita nel vortice delle polemiche dopo alcuni scatti della sua vita agiata, tra cui quello sul jet privato. Allora, aveva candidamente risposto: “Sono privilegiata e non lo nego”.