Spunta un figlio segreto del principe Carlo e Camilla

Il principe Carlo e Camilla avrebbero avuto un figlio in giovane età, che sarebbe poi stato dato in adozione: è questo ciò che afferma il signor Simon Dorante-Day, che avrebbe anche delle prove per dimostrarlo.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Martedì 5 febbraio 2019

Spunta un figlio segreto del principe Carlo e Camilla
Foto: Ansa

Un nuovo, terribile scandalo sta per abbattersi su Buckingham Palace: pare infatti che ci sia in giro un figlio segreto del principe Carlo e di Camilla. La notizia sta naturalmente facendo il giro del modo, lasciando tutti a bocca aperta. I due coniugi reali avrebbero avuto un bambino quando erano poco più che adolescenti, dandolo poi in adozione per evitare uno scandalo.

Il figlio segreto di Carlo e Camilla

Si chiama Simon Dorante-Day, ha 52 anni e vive in Australia. Ah, sarebbe anche il figlio segreto del principe Carlo e di Camilla, erede al trono d’Inghilterra. L’uomo è convinto delle sue affermazioni, che secondo lui sarebbero provate dall’enorme somiglianza che c’è tra il suo volto e quello dei figli di Camilla.

Prince Simon – così si fa chiamare sui social – è nato il 5 aprile 1966 a Gosport, nell’Hampshire, ed è stato adottato quando aveva 18 mesi da Karen e David Day. Dunque, facendo due calcoli, sarebbe stato concepito nel 1965, quando Carlo aveva 17 anni e Camilla 18.

La sua nonna adottiva, Winifred, ha lavorato per la regina Elisabetta II e per il principe Filippo, assieme a suo marito Ernest. E gli avrebbe detto tantissime volte che lui era il figlio di Carlo e Camilla. In un’intervista rilasciata a New Idea, Simon ha dichiarato: “Crediamo che Diana sapesse della mia esistenza e che avesse messo insieme tutti i pezzi. Penso che Diana fosse arrivata al punto in cui stava cercando risposte sulla sua vita, su come si fosse sbagliata, e che stesse per renderlo pubblico”.

Al momento, da Buckingham Palace non sono state rilasciate comunicazioni. Ma Simon Dorante-Day è sicuro di quello che sta dicendo e vorrebbe sottoporsi al test del DNA, così da mettere fine alla sua quarantennale ricerca dei suoi veri genitori.