Super Bowl 2018, Justin Timberlake incanta tutti

Il 52esimo Super Bowl è stato vinto inaspettatamente dagli Eagles, ma il vero trionfatore della serata è stato Justin Timberlake. Il cantante si è esibito nell'intervallo tra primo e secondo tempo portando sul palco le sue hit più famose e un omaggio a Prince

Pubblicato da Monica Monnis Lunedì 5 febbraio 2018

Justin Timbelrake incanta tutti al Super Bowl 2018. Il tradizionale show tra primo e secondo tempo dell’attesissima finale di football americano è uno dei momenti più seguiti della televisione a stelle e strisce e anche di tutto il mondo. Per questo gli artisti che vengono chiamati a esibirsi nell’Half Time fanno di tutto per regalare uno spettacolo che resti nella storia. Quest’anno è toccato a Justin Timberlake e non ha deluso le aspettative: il suo live nel 52esimo Super Bowl è stato un successo.

Justin Timberlake al Super Bowl 2018: i dettagli dello show

Super Bowl LII
Ansa / foto

Justin Timberlake Re di Minneapolis. Il cantante, ballerino e attore americano ha lasciato tutti a bocca aperta durante l’Half Time Show del 52esimo Super Bowl, che per la cronaca, è stato vinto a sorpresa dagli Eagles.

Un medley di hit ha caratterizzato l’esibizione esplosiva della popstar che ha portato sul palco tutte le sue canzoni più belle, a partire dal nuovo singolo “Fifthy”. Poi sono arrivate le leggendarie “Rock your body”, “Cry Me a River”, “Señorita”, “SexyBack”, “Suit & Tie”, e “Until the End of Time”.

Justin Timberlake omaggia Prince al Super Bowl

Super Bowl - Justin Timberlake tributo a Prince
Ansa / foto

JT prima di concludere il suo show con “Mirrors” e “Can’t Stop the Feeling!”, si è seduto a un pianoforte bianco per cantare “I Would Die 4 U”, tributo a Prince, che grazie ad un ologramma si è materializzato nella sua città, nel modernissimo Us Bank Stadium. Un omaggio alla pop star morta nell’aprile 2016 per un’overdose di farmaci da pelle d’oca.

Vedi anche: