Temptation Island, ex concorrente caduto in depressione: ‘Mi faccio schifo’

"Ricevo insulti e minacce, non so cosa ho fatto per meritare tutto questo": questo un inciso del post pubblicato sui social, che rivendica il diritto ad essere lasciato in pace nonostante gli errori del passato.

Pubblicato da Giovanna Tedde Mercoledì 19 dicembre 2018

Temptation Island, ex concorrente caduto in depressione: ‘Mi faccio schifo’

Pessimo epilogo per un ex concorrente di Temptation Island, caduto in depressione. Si tratta di Michael De Giorgio, ex fidanzato di Lara Zorzetto. I due si sono lasciati proprio nel corso del reality per via della condotta di lui, poi sommerso di critiche e insulti sui social. Stavolta ha deciso di svelare la sua sofferenza.

Michael De Giorgio: il crollo dopo Temptation

de giorgio

La tv, si sa, come tutti i media è un veicolo di grande risonanza e portatore di facile visibilità, sia essa positiva o negativa. Ne sa qualcosa l’ex concorrente di Temptation Island 2018, Michael De Giorgio, arrivato alla rottura definitiva con la sua compagna Lara Zorzetto proprio nel corso del reality.

Il contraccolpo è stato devastante. Da un lato, lei è salita in vetta al gradimento del pubblico come icona di donna forte e dominante, lui, invece, è finito sotto una valanga di insulti per lo scarso rispetto dimostrato nei suoi confronti.

Un bilancio decisamente impari per i due ex, e sembra che il giovane abbia accusato seriamente il peso di quanto innescato dalle dinamiche portate avanti in favore di telecamera.

Dagli onori della fama (fugace) alle polveri del peggiore degli incubi socia tra accuse, offese e persino minacce che starebbe ancora ricevendo online.

Lo ha rivelato lui stesso, mesi dopo la conclusione dell’esperienza in tv, con un post su Instagram, una sorta di appello all’armistizio lanciato ai più feroci haters.

Io non so cosa ho fatto di male per meritarmi tutto questo. Non ho mai fatto del male a nessuno. A distanza di quattro mesi continuo a ricevere insulti e minacce. Non immaginate quanto queste possano ferirmi“.

Nella vita del giovane, molto sarebbe cambiato in termini di status mentale: “Mi sono ritrovato per la prima volta nella vita in un vortice di depressione dal quale non vedo la fine. Nessuno mi ha teso una mano quando avevo bisogno di aiuto. Al contrario ha infierito su un cadavere barcollante. Lasciatemi stare. Non ho più un lavoro, né la voglia di alzarmi la mattina con il sorriso…

Eppure mento a me stesso che va tutto bene… Non ce l’ho con nessuno, né voglio scaricare le mie colpe (…). Sono una m**da, non merito di vivere, faccio schifo e dovrei sparire dalla faccia della terra. Avete ragione, ma ora voglio solo essere lasciato in pace. Siete riusciti a farmi crollare, se era questo che volevate avete vinto. Non sono un maschilista, né un femminicida. Sono soltanto una persona emotiva e orgogliosa. Ho sbagliato e ci sto ancora male, come è giusto che sia“.