Uomini e Donne, Tina Cipollari sbotta contro Gemma: Ti strozzo

Nuovo round tra Tina Cipollari e Gemma Galgani, a Uomini e Donne. Le due biondissime della trasmissione si sono scontrate ancora una volta, arrivando quasi alle mani. L’opinionista si è anche lasciata andare ad alcune espressioni piuttosto colorite, mettendo le mani al collo della dama.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Giovedì 1 febbraio 2018

Uomini e Donne, Tina Cipollari sbotta contro Gemma: Ti strozzo

Uomini e Donne, in studio Tina Cipollari e Gemma Galgani si scontrano di nuovo. Non è certo un segreto che tra le due donne ci sia una forte rivalità ormai da anni. Nelle ultime settimane, in particolare, Tina e Gemma non hanno perso occasione per scagliarsi l’una contro l’altra. E come sempre il motivo è Giorgio Manetti: l’opinionista di Uomini e Donne non riesce a digerire che la dama non accetti la fine della relazione con il cavaliere.

Tina contro Gemma: “Ti strozzo”

Nella scorsa puntata del trono classico di Uomini e Donne, è andata in onda una nuova discussione tra Tina Cipollari e Gemma Galgani. Già la scorsa settimana le due donne si erano accapigliate, arrivando alle mani. Stavolta l’opinionista è scoppiata dopo aver sentito l’ennesima teoria, secondo lei campata in aria, della dama torinese.

“Credo che sia giunta l’ora che ti metti dentro quella testa vuota che Giorgio non ti vuole più” – ha iniziato ad urlare Tina. “Ma non è per colpa mia, per colpa di Gianni, non c’è una colpa, non ti vuole più. Mettici proprio una lapide su ‘sta storia”.

Gemma non si è lasciata turbare dalle parole dell’esuberante opinionista: “La mia non è una testa vuota, non è vero che Giorgio non mi vuole più”. A questo punto, la Cipollari si è alzata e, gridando “Hai rotto le p***e, mi fai uscire di testa!”, si è avvicinata alla Galgani.

“Guarda che io ti strozzo” – le ha infine intimato, portandole le mani al collo. Gemma ha sdrammatizzato paragonandosi ad una gallina cui viene tirato il collo. “Gallinaccia vecchia” – ha concluso Tina tornando al suo posto. “Ma se sei rimasta zitella fino a 70 anni è colpa mia?”.