Valeria Favorito, si è sposata la ragazza salvata da Fabrizio Frizzi: ‘Doveva farmi da testimone’

Lei è la ragazza che, da piccola, ha avuto un trapianto di midollo grazie alla donazione di Fabrizio Frizzi. Nei giorni scorsi Valeria Favorito si è sposata e non può fare a meno di pensare all'amatissimo conduttore precocemente scomparso, che avrebbe voluto al suo fianco durante il suo grande giorno.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 3 settembre 2018

Valeria Favorito, si è sposata la ragazza salvata da Fabrizio Frizzi: ‘Doveva farmi da testimone’
Foto: Facebook

Tanti anni fa Fabrizio Frizzi donò il suo midollo alla giovanissima Valeria Favorito, e lei avrebbe voluto avere l’onore di averlo come testimone alle sue nozze. La ragazza si è sposata nei giorni scorsi, ma purtroppo il conduttore non ha fatto in tempo a partecipare al lieto evento. Fabrizio Frizzi è morto lo scorso 26 marzo 2018, a causa di un’emorragia cerebrale. Aveva già ricevuto l’invito alle nozze di Valeria, che oggi confessa il suo grande dispiacere.

Valeria Favorito a nozze senza Fabrizio Frizzi

Valeria Favorito è convolata a nozze. La ragazza ha pronunciato il fatidico sì nei giorni scorsi, ma al suo fianco non ha potuto esserci uno degli uomini più importanti della sua vita. Stiamo parlando di Fabrizio Frizzi, il celebre conduttore tv scomparso alcuni mesi fa ad appena 60 anni, a seguito di un’emorragia cerebrale. Il presentatore era legato a doppio filo alla giovane Valeria.

La ragazza aveva appena 11 anni quando Fabrizio Frizzi le donò il suo midollo osseo. Grazie al trapianto, la Favorito sconfisse la leucemia da cui era affetta, e oggi è diventata una splendida donna in piena salute. Sono passati 18 anni dal giorno in cui Frizzi strappò quella bambina dalla morte, e lei lo avrebbe voluto come testimone di matrimonio.

Il loro ultimo incontro risale a poco prima della morte di Fabrizio: “Andai a Roma per portargli di persona il mio invito di nozze” – aveva raccontato Valeria ai funerali dell’amatissimo conduttore. E al Corriere della Sera rivela: “Volevo che lui fosse il mio testimone. Mi disse: ‘Se le forze me lo consentiranno, oggi sto bene, domani non so'”.