Valerio Scanu su Maria De Filippi: ‘Le devo molto, ma ora si parlano i nostri avvocati’

Esce oggi il libro autobiografico di Valerio Scanu, intitolato “Giuro di dire la verità: dalla A alla Zia Mary”. Il cantante si racconta a cuore aperto, e parla del suo rapporto con Maria De Filippi, che negli ultimi anni è diventato particolarmente ostico.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Giovedì 15 marzo 2018

Valerio Scanu su Maria De Filippi: ‘Le devo molto, ma ora si parlano i nostri avvocati’
Ansa / foto

Valerio Scanu parla di Maria De Filippi, rivelando che ormai comunicano solo tramite avvocati. Il cantante ha debuttato ad Amici, ed è proprio grazie al talent show di Maria De Filippi che ha raggiunto la notorietà necessaria per sfondare nel mondo della musica. Ma di acqua sotto i ponti ne è passata molta, e Valerio Scanu ha fatto strada da quei giorni in cui sedeva tra i banchi di scuola di Amici. Oggi il cantante pubblica il suo secondo libro e si toglie qualche sassolino dalla scarpa.

Valerio Scanu: “Giuro di dire la verità”

Quest’oggi, giovedì 15 marzo, esce il secondo libro autobiografico di Valerio Scanu, dal titolo “Giuro di dire la verità: dalla A alla Zia Mary”. Si tratta di una vera e propria confessione, in cui il cantante svela molti retroscena della sua carriera e della sua vita privata.

Uno in particolare è il dettaglio che ha colpito il pubblico: il suo rapporto con Maria De Filippi. Intervistato dal quotidiano Il Messaggero, Valerio rivela: “A Maria devo molto, sono una sua creatura, non lo rinnego. Sarei un ingrato se non lo riconoscessi. Ma non per questo bisogna rimanere schiavi a vita di un percorso o di una persona. Ci sono stati dei momenti in cui sono rimasto deluso. Io ho lottato con sacrificio per continuare ad avere un posto nella musica. E l’ho fatto solo grazie a me stesso”.

Da alcuni anni Valerio e Maria non hanno più contatti, più precisamente da quando il cantante scrisse un post social riguardante il caso Morgan. E, a chi gli chiede se lui e Maria non si sono mai più parlati, risponde laconicamente: “Si sono parlati gli avvocati”.

Scanu parla anche del suo incontro con l’uomo che gli ha cambiato la vita: “Quello con Beppe Vessicchio, il mio maestro. Quando arrivai a ‘Bravo, Bravissimo’ ero semplicemente il figlio di un muratore e di una commessa. Tutti mi dicevano, non arriverai mai, qui vincono solo i raccomandati. Lui invece ha creduto in me e mi è rimasto accanto. Non avevo mai studiato musica e vinsi il programma”.

Vedi anche: