Vladimir Luxuria rivela: ‘Insultata da una truccatrice Rai, vorrei un codice etico’

Luxuria, ospite alla trasmissione “Quelle brave ragazze”, ha vissuto uno spiacevole episodio mentre si trovava in camerino. Una delle truccatrici ha usato parole piuttosto pesanti nei suoi confronti, e ora Vladimir Luxuria chiede che alla Rai venga applicato un codice etico.

da , il

    Vladimir Luxuria rivela: ‘Insultata da una truccatrice Rai, vorrei un codice etico’

    Vladimir Luxuria racconta lo spiacevole episodio che l’ha vista protagonista nelle scorse ore. Ospite all’ultima puntata della trasmissione Rai intitolata “Quelle brave ragazze”, Luxuria ha sentito degli insulti rivolti alla sua persona da una truccatrice. Con un video pubblicato sul proprio profilo Facebook, Vladimir Luxuria ha chiesto che venga applicato un codice etico, al fine di eliminare le discriminazioni di ogni tipo.

    Vladimir Luxuria insultata nel camerino

    Mentre si trovava in sala trucco prima della puntata di “Quelle brave ragazze”, Vladimir Luxuria si è sentita insultare da una delle truccatrici. Lo ha rivelato lei stessa su Facebook, con un video in cui denuncia l’accaduto. “Ci ho pensato un po’ di tempo, alla fine credo che sia giusto rendere pubblico ciò che è successo” – esordisce Luxuria.

    “Da dietro uno specchio, una truccatrice che non sapeva fossi già in postazione ha iniziato a dire: ‘Oddio, c’è pure Luxuria, quella che si crede donna, quella che vuole rappresentare le donne. Oh, ma mica mi posso sentire rappresentata da questo fr*cione’. Sono rimasta molto sbigottita”. Testimone dell’accaduto, anche la conduttrice Veronica Maya.

    “Era veramente rammaricata, mi chiedeva scusa lei al posto di questa truccatrice”. Luxuria rivela di aver parlato personalmente con la donna che l’ha insultata, la quale ha cercato di negare. “Tutti sono stati molto solidali e so che hanno già rimproverato questa truccatrice”.

    Infine, Luxuria conclude: “Non voglio nessun licenziamento, non voglio che la famiglia di questa donna subisse un danno, vorrei che la Rai rendesse pubblico un codice etico secondo il quale nessuno all’interno della Rai, che è un ente pubblico, possa essere insultato e discriminato”.

    In breve tempo sono arrivate le scuse: “Rai presenta le proprie scuse formali per l’inaccettabile episodio e ricorda che da tempo in azienda è vigente un Codice Etico […] recentemente rafforzato da un Codice contro le molestie sessuali e di qualsiasi altro genere” – si legge in una nota. “Rai comunica di avere immediatamente aperta una indagine interna per accertare le responsabilità”.

    Vladimir Luxuria