Emilia Clarke e il sessismo a Hollywood: È come confrontarsi col razzismo

Emilia Clarke, la bellissima Daenerys de Il Trono di Spade, parla del sessismo imperante a Hollywood. Ma questo per l’attrice non è affatto un deterrente, bensì uno sprone a portare avanti la sua battaglia femminista.

da , il

    Emilia Clarke e il sessismo a Hollywood: È come confrontarsi col razzismo

    Emilia Clarke e il sessismo a Hollywood: È come confrontarsi col razzismo, ha rivelato la bellissima attrice. Emilia Clarke si è resa conto di essere trattata diversamente dai suoi colleghi uomini.

    Emilia Clarke contro il sessismo

    In una recente intervista rilasciata per la rivista Rolling Stone, l’affascinante Emilia Clarke ha raccontato la sua esperienza ad Hollywood. E ciò che è emerso è inquietante: il sessismo è ancora imperante nello sfavillante mondo del cinema.

    “Mi sento un’ingenua a dirlo, ma è come confrontarsi col razzismo”, rivela l’attrice che da anni interpreta Daenerys ne Il Trono di Spade (Game of Thrones in lingua originale). Ogni giorno la Clarke è costretta a subire discriminazioni per il suo essere donna.

    “Sei consapevole che esiste, ma un giorno pensi ‘Oh mio Dio, è ovunque!’. Come se ti risvegliassi e pensassi ‘Aspetta un momento, mi stai trattando in modo diverso perché ho il seno? Sta succedendo davvero questo?’” A quanto pare, le sue battaglie per il femminismo non hanno ancora sortito gli effetti sperati.

    Emilia Clarke e il femminismo

    Daenerys Targaryen, la biondissima regina dei draghi, è una donna che non si ferma davanti a niente, pur di arrivare a conquistare il tanto agognato trono di spade. Emilia Clarke ha dimostrato di avere lo stesso carattere dell’eroina che interpreta sullo schermo.

    “Mi ci è voluto un po’ di tempo per accorgermi che mi trattavano in modo diverso. Ma ormai mi guardo intorno ed è il mio quotidiano” – queste le amare parole dell’attrice.

    Ma Emilia prosegue la sua battaglia per il femminismo: “È vero che il mio personaggio in Game of Thrones è spesso nudo, ma questo non cambia niente. Non mi ferma certo dall’essere una femminista. Indosso il mascara e ho anche un quoziente intellettivo alto, queste due cose possono convivere”.