George Clooney rivela: Weinstein mi aveva confessato qualcosa ma non gli ho creduto

George Clooney finora aveva mantenuto il silenzio sul caso Weinstein, il produttore cinematografico accusato di violenza sessuale da decine di attrici in tutto il mondo. Adesso però ha deciso di dire la sua, e confessa senza troppi preamboli di essere sdegnato da quanto accaduto ad Hollywood.

da , il

    George Clooney rivela: Weinstein mi aveva confessato qualcosa ma non gli ho creduto

    George Clooney rivela: Weinstein mi aveva confessato qualcosa ma non gli ho creduto. Sono queste le parole scioccanti dell’affascinante George Clooney, che ad alcune settimane dall’esplosione del caso Weinstein ha deciso di dire la sua. L’attore è rimasto profondamente sconvolto nel venire a conoscenza dello scandalo sessuale che è scoppiato ad Hollywood. Tanto più che conosce personalmente il produttore coinvolto negli abusi.

    George Clooney parla del caso Weinstein

    In occasione della promozione di Suburbicon, il suo ultimo lavoro nei panni di regista, George Clooney ha affrontato lo spinoso argomento delle molestie sessuali. Parlando di Harvey Weinstein, l’attore ha confessato: “Mi aveva detto di aver avuto delle storie con alcune attrici, io sinceramente non ci credevo.

    Quelle attrici erano delle mie amiche e non mi avevano parlato di relazioni con lui”. Ma Clooney non ne ha solo per il produttore, ma anche per tutti coloro che sapevano e hanno taciuto, o addirittura l’hanno aiutato.

    “Mi chiedo spesso chi siano le altre persone coinvolte nello scandalo. Vorrei sapere chi portava le attrici nella stanza di Harvey, vorrei sapere qualcosa su quei reporter che dicevano di avere la storia tra le mani ma non ne hanno mai scritto: perché non è uscita fuori negli ultimi 10 anni?

    Quell’uomo molestava le donne, le costringeva al silenzio e nessuno lo ha detto” – ha concluso George Clooney con grande amarezza. C’è però un lato positivo: l’enorme clamore mediatico suscitato dal caso potrebbe andare finalmente a vantaggio delle donne.

    “Forse è presuntuoso credere che questa volta sarà davvero il momento che aspettiamo e speriamo. Pensavamo lo stesso quando abbiamo sentito le registrazioni di Trump, in cui parlava in maniera volgare delle donne, eppure non è successo nulla. Ma stavolta sarà diverso, perché le vittime sono famose“.

    “Le donne si dovranno sentire sicure e libere di uscire allo scoperto, sicure che verranno credute quando denunciano, mentre chi ha commesso gli abusi non dovrà credere di avere le spalle coperte mai più. Dovrà sentirsi perseguitato”.

    Intanto continuano le confessioni delle attrici che sono state molestate sessualmente da Harvey Weinstein, tra le quali Asia Argento, Angelina Jolie e Cara Delevingne. Inoltre stanno uscendo allo scoperto altri retroscena riguardanti il produttore, come le minacce scritte a Rosario Fiorello.

    Weinstein, lasciato dalla moglie dopo lo scoppio dello scandalo a Hollywood, ha deciso di recarsi in Europa per seguire un percorso di riabilitazione. L’uomo infatti, come ha rivelato anche Riccardo Scamarcio, ha una vera e propria dipendenza da sesso.

    George Clooney, le foto dell'attore