Giorgia Palmas: “Rubygate? Neanche io sono una santa”

da , il

    Giorgia Palmas, vincitrice dell’ultima edizione dell’Isola dei famosi, non condanna le ragazze coinvolte nel famoso scandalo del Rubygate e di Olgettine. La ragione? A quanto sembra neanche Giorgia sarebbe in fin dei conti una santa, quindi perché criticare queste ragazze? Nei giorni scorsi la bella ragazza, mamma di una bella bimba che di certo non vedeva l’ora di riabbracciare, ha rilasciato un’intervista alla rivista Vanity Fair, dove si è sottolineato l’aspetto da brava ragazza che l’ha portata alla vittoria del reality condotto da Simona Ventura.

    «Mi fa piacere essere indicata come un personaggio positivo, avere ispirato solidarietà femminile. – ha commentato ancora emozionata la vincitrice del reality - Ma non sono certo una santa: ho bruciato anch’io tante tappe, e non mi sono limitata nel vivere. Ho fatto scelte diverse da quelle ragazze, però non mi sento di disprezzarle».

    Ma perché non “criticare” delle ragazze che a quanto pare venderebbero la propria dignità per ottenere il successo, invece di fare lavori normali e dignitosi? Presto detto: «Perché sono convinta che già facciano fatica a guardarsi allo specchio: non c’è bisogno di infierire. – spiega la bella mamma Giorgia Palmas – E poi ogni storia è diversa. Può essere facile far cadere una donna che la vita ha già messo in difficoltà».

    Inutile, io non riesco proprio a provare compassione per queste ragazze che scelgono scorciatoie per il successo, ma la Palmas non la pensa così: «Mi sembra che il pedaggio della scorciatoia si paghi caro, e a lungo. Forse una, dentro di sé, non se lo scorderà mai».

    Forse io sono troppo bacchettona, voi cosa ne pensate?!

    Dolcetto o scherzetto?