Glee: polemiche per le foto su GQ

da , il

    Nel Telefilm Glee gli attori sembrano davvero dei bravi ragazzi puritani, ma nella realtà le cose sono ben diverse! E se a mettere i puntini sulle famose “i” ci aveva già pensato l’attrice Lea Michele, adesso sono ben tre gli attori che hanno voluto far conoscere al mondo il loro lato più attraente. Si tratta di Dianna Agron, Cory Monteith e della collega Lea Michele, che già alcuni mesi fa aveva concesso un servizio davvero bello alla rivista Marie Claire, per la quale ha posato in maniera molto provocante, per la gioia dei suoi fan.

    A quanto sembra Lea deve proprio aver gradito l’esperienza, ed ha posato ancora una volta insieme ai colleghi per la rivista GQ e per Teen Vogue.

    A proposito di bellezza, a parlare dell’aspetto fisico è proprio Lea Michele, che ha raccontato la storia del suo naso durante l’intervista.

    Ero l’unica nella mia scuola che non l’aveva rifatto e se qualcuno avesse dovuto farlo, sicuramente quella ero io. Mia madre mi disse Barbra Streisand non ha rifatto il naso e tu non ti rifarai il naso. E non l’ho fatto. Per questo sono felice di essere in uno show che funziona e posso dire alle ragazze che non hanno bisogno di essere come tutte le altre. Siate felici di come siete”.

    Il servizio fotografico per GQ, realizzato diverse settimane fa, aveva fatto insorgere i membri del Parents Television Council, che avevano affermato che il servizio rasenta la pedofilia, dal momento che nella serie Glee gli attori interpretano il ruolo di dei teenager, “ma purtroppo, questo è solo l’ultimo esempio di come le adolescenti vadano incontro a certe cose nel mondo dello spettacolo“.

    Gli autori della stessa rivista hanno risposto al PTC, affermando che i suo membri dovrebbero imparare a “distinguere tra realtà e fantasia. I ‘ragazzi’ hanno più di 20 anni e Cory ne ha quasi 30, sono grandi abbastanza per fare ciò che vogliono“.