Mark Salling di Glee si dichiara colpevole di pedopornografia, rischia 7 anni di carcere

Era il 29 dicembre 2015 quando Mark Salling, noto per aver vestito i panni di Noah Puckerman nella serie tv 'Glee' veniva arrestato con l’accusa di possesso di materiale pedo-pornografico. A distanza di due anni, il 35enne si è dichiarato colpevole e ha patteggiato per ottenere una pena più breve rispetto ai 20 anni chiesti dall'accusa

da , il

    Mark Salling di Glee si dichiara colpevole di pedopornografia, rischia 7 anni di carcere

    Mark Salling di Glee si dichiara colpevole di pedopornografia e rischia fino a 7 anni di carcere. L’attore texano classe 1982 era stato arrestato nel 2015 con l’accusa di possesso di materiale pedo-pornografico: erano circa 50mila le foto di minorenni presenti sul suo pc personale. Mark Salling ha patteggiato per ottenere una pena più breve rispetto ai 20 anni chiesti dall’accusa e dovrà risarcire le vittime.

    Era il 29 dicembre 2015 quando Mark Salling, noto per aver vestito i panni di Noah Puckerman nella serie tv “Glee” veniva arrestato dopo il ritrovamento di 50mila foto di minorenni “impegnati in comportamenti sessualmente espliciti” sul suo computer, in seguito a una soffiata di una sua ex fidanzata.

    L’attore americano era stato rilasciato pochi giorni dopo grazie al pagamento di una cauzione da 20mila dollari.

    Mark Salling di Glee si dichiara colpevole di pedopornografia

    A due anni dall’arresto, il 35enne si è dichiarato colpevole di pedopornografia e rischia ora dai 4 ai 7 anni di prigione, molti meno rispetto ai 20 chiesti dall’accusa al momento dell’arresto.

    “Mi dichiaro colpevole perché sono colpevole delle accuse e perché desidero sfruttare le promesse previste in questo accordo, e per nessun’altra ragione”, avrebbe dichiarato Salling di fronte al giudice.

    Grazie al patteggiamento, Mark ha ottenuto una condanna molto più breve di quella prevista dalla legge. In attesa dell’approvazione formale da parte di un giudice federale, l’attore rischia fino a 7 anni di reclusione più altri 20 di libertà vigilata.

    Mark Salling risarcirà le vittime con 50mila dollari

    La star di “Glee” inoltre dovrà risarcire ogni minore ritratto nelle foto ritrovate nel suo computer, con circa 50 mila dollari, e sarà costretto a entrare in un programma di terapia per reati sessuali.

    Mark Salling, le foto dell'attore

    Dolcetto o scherzetto?