Michelle Hunziker attaccata da Corona: parla Marco Predolin

da , il

    michelle hunziker attaccata da Corona

    Torniamo a parlare di Fabrizio Corona, e delle accuse lanciate a Michelle Hunziker nei giorni scorsi. Come saprete, il famoso paparazzo, che ha da poco lanciato la sua nuova rivista di gossip, Corona’s Star, si è lanciato in una vera e propria invettiva contro certe donne dello spettacolo che oggi criticano le protagoniste del Bunga Bunga, mentre in passato sono state le prime a frequentare uomini magari potenti e più grandi pur di sfondare nel mondo dello spettacolo. Prima tra tutte Michelle Hunziker. Proprio lei, con il suo bel sorriso e l’aria solare che da sempre la contraddistingue, avrebbe infatti frequentato Marco Predolin, conduttore televisivo che negli anni ’80 e ’90 spopolava nella televisione italiana.

    Nei giorni scorsi lo stesso Predolin ha voluto dire la sua in merito alla indole non certo da santarellina della showgirl e conduttrice: “Uscivamo insieme quando lei ha iniziato a lavorare, era appena maggiorenne quando ebbe il primo lavoro come presentatrice, lo ha fatto con me, grazie a me, a Parma. Così ha iniziato la sua carriera televisiva. Poi ha posato per Roberta, la sua immagine ha iniziato a decollare, mentre la nostra storia è finita molto male. Lei si è messa con Eros… e tutto il resto è cronaca. Che poi adesso debba per forza travestirsi da santa verginella, proprio no!

    Pedrolin proprio non ci sta, ed è per questa ragione che ha voluto mettere in piazza un aneddoto piuttosto particolare che riguarda proprio la Hunziker, che nel corso di una vacanza alle Maldive avrebbe addirittura architettato un “finto rubato”.

    “Lei mi ha chiesto di farci delle foto rubate “tipo Novella 2000″, così chiediamo al direttore del diving center dove eravamo, un mio amico, Maurizio Ciorra, di farcele. Lei le ha date poi ad un fotografo, Maurizio Spinelli, che le ha vendute ai giornali che, di conseguenza, le hanno pubblicate… Lo stesso paparazzo lo ha testimoniato. Dopo qualche anno sono arrivate le accuse: io mi sarei venduto le sue foto insieme a Corona e la avrei ricattata perché ho bisogno di soldi. Tutte falsità! Il bello è che lei al tempi si arrabbiò moltissimo, non per l’uscita delle foto, ma perché avevano sbagliato a scrivere il suo cognome”.

    Voi credete alla versione di Pedrolin? Io sono un po’ perplessa …