X Factor 11, Rita Bellanza eliminata al sesto Live: ascesa e caduta di un talento?

da , il

    X Factor 11, Rita Bellanza eliminata al sesto Live: ascesa e caduta di un talento?

    Il sesto Live di X Factor 11 ha visto la dipartita di Rita Bellanza. Il talento annunciato dell’edizione 2017 del talent show di Sky Uno alla fine è stato eliminato e la sua uscita ha suscitato la felicità e l’ilarità dei telespettatori che hanno seguito la puntata sui social network. Più che della concorrente Rita Bellanza, però, sarebbe giusto parlare del ‘caso’ Rita Bellanza. Per i pochi che non lo sapessero, alle Auditions la ventenne bergamasca ha conquistato tutti, giudici e pubblico, per la sua interpretazione di ‘Sally’. Da subito, è passata da aspirante concorrente a grande talento candidato alla vittoria. E come spesso accade quando le aspettative sono alte, il rischio altrettanto alto di inciampare, cadere e farsi male si staglia inesorabile all’orizzonte.

    Così è stato, infatti, per Rita. Dopo l’esibizione, molto emozionante, ai casting, la Bellanza ha vissuto un certo declino. Ci si aspettava che – come si dice in gergo – spaccasse, invece, puntata dopo puntata, giovedì dopo giovedì, le performance di Rita non hanno riscontrato il gusto del pubblico, specialmente di quel pubblico che ama commentare il programma su Twitter, e della stampa. Le speranze riposte nella Under Donne guidata da Levante si sono affievolite sempre più, fino a quando si è passati da “Rita Bellanza, finalmente un talento vero” a “Rita Bellanza sei stonata, vai a casa”. Questo, più o meno, il riassunto di ciò che è stato scritto nelle ultime settimane.

    E’ d’uopo, però, fare una riflessione, forse due. Innanzitutto, le canzoni con cui i concorrenti si esibiscono sono scelte dai giudici, responsabili delle loro azioni. In questo caso, Levante ha operato scelte forse non molto adatte al timbro e alla personalità di Rita. Lucio Dalla, Brunori SAS, Francesco De Gregori, Renato Zero: cantanti ‘impegnati’, maturi, forse troppo per una ragazza di vent’anni che deve calcare un palco pop e far breccia nel cuore dei telespettatori.

    Maturità eccessiva rispetto alla caratura della cantante riscontrata anche dai colleghi giudici Fedez, Manuel Agnelli e Mara Maionchi, i quali – chi con veemenza chi con pacatezza – hanno sempre esplicitato i propri dubbi sulle assegnazioni. I battibecchi tra Fedez e Levante, inoltre, non hanno giovato al profilo che, man mano, si delineava di Rita. Quando Fedez si mostrava titubante, Levante rispondeva piccata sottolineando quanto la Bellanza fosse, invece, un’artista navigata.

    Affermazioni che hanno scatenato il pubblico e, anche davanti alle critiche, Levante ha continuato a difendere le proprie scelte, non si è mai messa in discussione, continuando ad assegnare pezzi che, anziché incontrare i gusti del pubblico, scatenavano la parte più sarcastica dei telespettatori e, quando i granelli della clessidra si sono esauriti, Rita ha dovuto dire addio a X Factor. In più, subito dopo la sua eliminazione, Sky si è schierata contro le critiche e in difesa della cantante, appellando ‘leoni da tastiera’ coloro i quali avevano esultato dopo il verdetto.

    Ci si chiede: non si sta forse esagerando? Del resto, è una gara, giunta alle battute finali. E poi, il diritto di critica vale solo quando è positivo? Rita Bellanza è un talento incompreso? Infine, se Rita si fosse cimentata in canzoni più pop avrebbe incontrato il gusto del pubblico?

    La seconda osservazione è che forse, prima di gridare al miracolo, sarebbe il caso di andarci con i piedi di piombo e mettere alla prova il ‘talento’; non perché non ci sia, ma perché forse ha bisogno di tempo per maturare e affermarsi. Altrimenti si rischia di passare dall’esplosione di una stella a semplice fuoco di paglia.