Alessia Marcuzzi, incidente domestico per la conduttrice de Le Iene

La conduttrice de Le Iene ha rivelato, sul suo profilo Instagram, di aver subito un piccolo incidente domestico. Nulla di grave, ma nel corso della prossima puntata della trasmissione Alessia Marcuzzi avrà bisogno dell'aiuto del suo collega Nicola Savino.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 8 ottobre 2018

Alessia Marcuzzi, incidente domestico per la conduttrice de Le Iene
Foto: Instagram

Alessia Marcuzzi ha subito un piccolo incidente domestico, nelle scorse ore. Per fortuna non si tratta di nulla di preoccupante, ma la conduttrice ha già lanciato un appello social al suo collega. La prossima puntata de Le Iene vedrà Alessia Marcuzzi ancora una volta protagonista, sebbene sembra evidente che avrà bisogno dell’aiuto di Nicola Savino per portare avanti la trasmissione. Ecco che cosa è accaduto.

Alessia Marcuzzi, mignolo fratturato

alessia marcuzzi mignolo fratturato
Foto: Instagram stories

Qualche ora fa la conduttrice ha pubblicato tra le sue Instagram stories una foto che ha preoccupato tutti i suoi fan. Si vede il piede di Alessia Marcuzzi, fasciato all’altezza del mignolo. Stando a quanto raccontato dalla protagonista del piccolo incidente domestico, si tratta di una frattura, dovuta probabilmente ad un “incontro ravvicinato” con qualche ostacolo mentre stava giocando a nascondino.

Nulla di serio per la Marcuzzi, sebbene dal video che la conduttrice ha pubblicato la si vede chiaramente zoppicare. Alessia ha già rivelato di essere pronta alla nuova puntata de Le Iene, in onda mercoledì sera su Italia 1. Però avrà bisogno del sostegno – fisico e morale – del suo collega.

“Caro Nicola Savino, dovrai prendermi in braccio mercoledì prossimo a Le Iene… Mignolo fratturato mentre giocavo a nascondino!” – ha spiegato Alessia Marcuzzi. Insomma, non basta certo un piccolo incidente per fermare l’inarrestabile conduttrice. Il prossimo appuntamento con la trasmissione d’inchiesta di Italia 1 la vedremo in prima fila, magari per una volta appoggiata a Nicola.