Britney Spears, nuove grane in vista: l’ex marito chiede un rialzo (milionario) al mantenimento

Quando si tratta di matrimoni finiti, è chiaro che anche il lato economico va ad occupare una parte sempre più considerevole nella bagarre tra ex moglie e marito. Ma se aggiungiamo anche che uno dei due è milionario, la posta in gioco diventa davvero sostanziosa...

da , il

    Nuove grane in vista per Britney Spears, stavolta per via del mantenimento al suo ex marito, Kevin Federline. L’ex coniuge della popstar oggi riceve un assegno mensile di 20mila dollari (per i figli). Ma stando al quadro profilato dal legale dell’uomo, gli spetterebbe un importo almeno tre volte superiore a quanto disposto.

    Britney Spears nella morsa di Kevin Federline: l’ex marito vuole di più

    Mark Vincent Kaplan, legale di Kevin Federline nella causa contro Britney Spears, sostiene che l’ex marito della regina del pop meriti un assegno mensile ben più sostanzioso di quanto attualmente percepito per il mantenimento dei figli.

    Non basterebbero, dunque, i 20mila dollari versati dalla cantante, ma ne servirebbero almeno tre volte di più: “Abbiamo dato loro il tempo e l’opportunità di regolare l’aumento delle modifiche al supporto per i figli di Kevin, e sono tornati con condizioni non ragionevoli”, ha rivelato l’avvocato a US Magazine.

    Il motivo della richiesta di aumento del mantenimento

    Federline avrebbe un reddito mensile di circa 3mila dollari al mese, insufficiente a garantire ai figli avuti dalla ex moglie lo stesso tenore di vita di cui godono con la madre.

    Si tratterebbe di un gap notevole tra genitori, in cui, ad avere la peggio in termini di disponibilità, è ovviamente lui. Secondo il legale del ballerino, sposato con la Spears per tre anni (dal 2004 al 2007), i figli avrebbero bisogno di trova re nel loro papà la stessa ‘accoglienza’ economica.