Cristina D’Avena, figlio in arrivo a 54 anni?

Cristina D’Avena ha sempre puntato tutto sulla carriera, ma alla soglia dei 54 anni la cantante confessa di aver paura di poter un giorno rimpiangere di non aver avuto figli. Per questo motivo sta valutando anche l’ipotesi di ricorrere alla scienza per esaudire il suo desiderio.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Giovedì 15 febbraio 2018

Cristina D’Avena, figlio in arrivo a 54 anni?
Ansa / foto

Cristina D’Avena vorrebbe diventare mamma, alla soglia dei 54 anni. Lo svela la cantante, che in un’intervista al settimanale F si racconta a cuore aperto. Cristina D’Avena, in tutti questi anni, ha dato la precedenza alla carriera e ha rinunciato al matrimonio e ai figli. Ora però la mancanza di una famiglia inizia a farsi sentire. Ciò che teme più di tutti è di avere, un giorno, il rimpianto di non essere diventata mamma quando ancora avrebbe potuto farlo.

Cristina D’Avena: “Non voglio rimpiangere di non essere diventata mamma”

Intervista sul settimanale “F” da oggi in edicola! ❤️

A post shared by Cristina D'Avena (@cristinadavenaofficial) on

Sulle pagine della rivista F, la dolce Cristina D’Avena ha rivelato di non aver mai voluto sposarsi: “Mi è stato chiesto più di una volta di farlo. Ero terrorizzata all’idea. E puntualmente facevo un passo indietro. A pensarci oggi, credo che in fondo non sia mai arrivata la persona giusta in tutto questo tempo”.

La cantante, che da tempo è legata sentimentalmente a Massimo Palma, potrebbe però essere finalmente pronta al grande passo: “Non ci sono limiti di tempo per sposarsi, no?” – ha spiegato sorridendo. Le lancette che corrono possono invece rappresentare un problema su un altro versante.

“Ho una grande paura di avere il rimpianto di non essere diventata mamma e non voglio averlo. Come possa succedere a quasi 54 anni è un altro discorso. O arriva il miracolo… So che ci sono molte tecniche all’avanguardia, ora” – ha confessato Cristina D’Avena.

“È tutta colpa mia, per una buona parte della vita non ci ho fatto caso” – ha proseguito la cantante. “Quando fai un mestiere come questo, tra concerti, incontri, dischi, è come se fossi sempre in una bellissima palla colorata che gira, gira sempre, e non ti fermi mai a pensare che gli anni passano. Continui a sentirti un’eterna ragazza”.