Jimmy Bennett a Non è l’Arena: ‘Asia Argento mi ha violentato, io la chiamavo mamma’

Il giovane attore americano è stato ospite della scorsa puntata di Non è l'Arena, la trasmissione di Massimo Giletti in onda su La7. Jimmy Bennett ha ribadito le sue accuse contro Asia Argento, che avrebbe abusato sessualmente di lui quando il ragazzo aveva solo 17 anni.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 24 settembre 2018

Jimmy Bennett a Non è l’Arena: ‘Asia Argento mi ha violentato, io la chiamavo mamma’

Per la prima volta in assoluto, Jimmy Bennett approda in tv per parlare di quanto accaduto alcuni anni fa con Asia Argento. Il ragazzo è stato invitato da Massimo Giletti nella scorsa puntata di Non è l’Arena, in onda ieri sera su La7. Quella rilasciata nello studio del celebre conduttore televisivo è la prima intervista che il giovane attore ha rilasciato, da quando ha accusato Asia Argento di averlo molestato sessualmente. E nel corso della serata Jimmy Bennett ha ribadito quanto affermato in precedenza sugli abusi della sua collega.

Jimmy Bennett, il racconto del presunto abuso di Asia Argento

Il giovane attore, approdato per la prima volta nello studio di Non è l’Arena, ha rilasciato una lunghissima intervista di circa due ore. Assieme a Massimo Giletti, ha dapprima ripercorso la sua carriera, iniziata quando era ancora un bambino. Poi il conduttore passa al più recente fatto di cronaca: i presunti abusi da parte di Asia Argento.

L’attrice è stata accusata da Jimmy Bennett negli scorsi mesi, e lo scandalo ha creato un grandissimo scalpore. Soprattutto perché la Argento è stata una delle prime paladine del #MeToo, la battaglia contro le violenze sessuali, nata dopo le molteplici accuse scagliate contro Harvey Weinstein. “Sì Asia Argento mi ha violentato, è stato un rapporto completo” – ha spiegato Jimmy, rivelando di aver sempre chiamato l’attrice “mom”, mamma.

Poi il racconto dell’episodio: “Ci siamo incontrati al Ritz Carlton a Marina del Rey in California. Ero con un accompagnatore che è salito fino alla stanza dell’albergo. Asia era entusiasta e mi guardava dritta negli occhi, poi ha dato uno sguardo al mio accompagnatore e gli ha chiesto: ‘Ma tu chi sei?’. Lo ha fatto sempre sentire un intruso durante l’incontro e quindi il mio accompagnatore ci ha lasciato soli. Tutto poi accade molto rapidamente.

Asia mi ha offerto dello champagne e ha iniziato a fumare una sigaretta mentre mi raccontava del film che intendeva girare con me. Mi ha preso il viso e mi ha guardato e mi ha detto: ‘Mi sei mancato tantissimo e ha iniziato a baciarmi. La mia interpretazione era che mi stesse mostrando il suo affetto. Il bacio si è prolungato e ho avuto l’impressione che non fosse un bacio amichevole, ma che stesse cercando di esplorare la situazione. Dopo Asia ha appoggiato le mani sul mio corpo in modalità diverse e poi mi ha spinto sul letto e mi ha slacciato la cintura e i pantaloni”.

Jimmy Bennett ribadisce dunque le accuse che qualche mese fa aveva lanciato contro Asia Argento. L’attrice avrebbe abusato del suo giovane collega quando questi era ancora minorenne, e poi avrebbe pagato una grossa somma di denaro per comprarsi il suo silenzio. Da parte sua, Asia ha sempre rigettato questa ipotesi, spiegando che Jimmy stava semplicemente cercando un modo semplice per fare soldi.