Nadia Toffa confessa: ‘A marzo il cancro è tornato’

La conduttrice de Le Iene è tornata a parlare del cancro che l'ha colpita un anno fa, per il quale è ancora in terapia. Nadia Toffa ha deciso di rivelare che, nei mesi scorsi, è stata vittima di una recidiva che l'ha costretta ad un secondo intervento.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 15 ottobre 2018

Nadia Toffa confessa: ‘A marzo il cancro è tornato’
Foto: Instagram

Nadia Toffa rivela di aver subito una recidiva del tumore che le è stato diagnosticato quasi un anno fa. Il percorso della conduttrice de Le Iene si è fatto più ostico quando, a marzo, i medici hanno scoperto che il cancro era tornato. Un nuovo intervento e nuovi cicli di chemioterapia hanno debilitato moltissimo Nadia Toffa, che proprio in quelle settimane aveva dovuto rinunciare al lavoro. Solo ora scopriamo però il motivo che l’ha portata ad allontanarsi dalla tv.

Nadia Toffa parla della sua recidiva

Ospite della scorsa puntata di Verissimo, la conduttrice de Le Iene ha confessato un doloroso segreto. Dopo aver ricevuto la terribile diagnosi quasi un anno fa ed essersi sottoposta ad un intervento di rimozione del tumore con relativa chemioterapia, Nadia Toffa ha avuto un’ulteriore batosta.

“Ho subìto più di un intervento. In seguito ad un malore lo scorso dicembre sono stata operata d’urgenza. Poi ho fatto la chemioterapia e la radioterapia. Sembrava tutto finito, ma a marzo durante un controllo, è arrivata la brutta notizia. Il cancro era tornato e mi hanno operato nuovamente” – ha confessato la Toffa ai microfoni di Silvia Toffanin.

Proprio in quel periodo, Nadia aveva rinunciato a condurre le ultime puntate de Le Iene adducendo un’enorme stanchezza dovuta agli effetti collaterali della chemioterapia. A quanto pare, sotto c’era molto di più: “Il cancro è una sfida che posso non vincere, ma devo combatterla”.

Alla luce di quanto rivelato, la polemica che di recente era scoppiata dopo alcune dichiarazioni della donna si è smorzata. “All’inizio mi chiedevo ‘Perché proprio a me?’ Poi, dopo mesi, ho trasformato questa domanda in ‘Perché non a me?’. È il mio dolore e me lo devo portare” – ha concluso Nadia Toffa.