Paura per Taylor Swift, fermato uno stalker armato di coltello davanti la sua casa

La cantante, ancora una volta, è vittima di stalking. In questa occasione, le forze dell’ordine hanno catturato un uomo che si stava avvicinando alla casa di Taylor Swift, armato di coltello e altri attrezzi che avrebbero fatto temere il peggio.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Giovedì 19 aprile 2018

Paura per Taylor Swift, fermato uno stalker armato di coltello davanti la sua casa
Instagram / foto

Taylor Swift di nuovo sotto attacco, uno stalker ha tentato di avvicinarla con un coltello. Grande paura, per la celebre cantante americana. Da tempo vittima di diversi stalker, Taylor Swift avrebbe potuto fare un terribile incontro, se le forze dell’ordine non fossero intervenute in tempo. Un uomo ha infatti cercato di raggiungerla a casa sua, portando con sé diverse armi con cui avrebbe potuto farle del male. La giovane star fortunatamente non era nei paraggi, e il soggetto è stato prontamente arrestato.

Taylor Swift, rischiata l’aggressione da parte di uno stalker

Un uomo ossessionato da Taylor Swift avrebbe cercato di avvicinarla, con l’intento presumibilmente di farle del male. Julius Sandrock, 38 anni, si è fatto il viaggio dal Colorado, luogo in cui risiede, fino a Beverly Hills, dove si trova la sua beniamina.

Lo stalker è stato arrestato dalla polizia quando era già a pochi metri dalla casa di Taylor Swift, in quel momento per fortuna assente. Nelle tasche di Julius, alcuni inquietanti ritrovamenti: un coltello, delle munizioni, una corda, una maschera e dei guanti in lattice.

L’uomo, secondo quanto riportato dai media, soffrirebbe di depressione, disturbo bipolare e manie ossessivo-compulsive. Era già stato in carcere, da cui era uscito solo pochi giorni fa, in regime di libertà vigilata. Ora è stato nuovamente arrestato.

Per la popstar si tratta del terzo stalker fermato nel giro di pochi mesi: a quanto pare Taylor Swift è uno dei personaggi più amati negli States, tanto da attirare anche le attenzioni indesiderate.

Vedi anche: