Sonia Bruganelli, bufera per la foto sul jet con la copertina di un libro: ‘Invidia il prossimo tuo’

Nuovo atto nella bufera che da mesi tiene banco sulla figura della moglie di Paolo Bonolis. Piovono nuove accuse sulla sua presunta mancanza di tatto sui social: sul banco degli imputati, ancora una volta, l'ostentazione della ricchezza di cui moltissimi intravedono la pesante ombra.

da , il

    Sonia Bruganelli, bufera per la foto sul jet con la copertina di un libro: ‘Invidia il prossimo tuo’

    Sonia Bruganelli show sui social: è bufera per la foto sul jet privato con la copertina di un libro in vista. Titolo inequivocabile, che per molti (soprattutto haters) rimanda direttamente alla sua presunta indole snob e votata a una indigesta ostentazione di ricchezza. Pomo della discordia, stavolta, una presunta frecciatina della moglie di Bonolis…

    Sonia Bruganelli: nuova bufera social

    “Invidia il prossimo tuo”: questo il titolo in bella vista sul sedile del jet privato su cui viaggia Sonia Bruganelli. In quanto a critiche, la moglie di Paolo Bonolis sembra ormai ferrata e del tutto intenzionata a non cedere lo scettro di ‘ricca più discussa d’Italia’.

    Invidia il prossimo tuo. Dedicato.

    A post shared by Sonia Bruganelli (@soniabrugi) on

    Non smette di provocare, e dedica a qualcuno quella copertina. Immediata la reazione del web. Non sono mancati commenti contrariati all’ennesimo post, e qualcuno ha anche evidenziato come la Bruganelli ormai reiteri da tempo questa ‘fastidiosa’ condotta sui social.

    Ma c’è anche chi incita la signora Bonolis a perseverare nel ‘far morire’ di invidia i suoi haters, che hanno puntato il dito su gran parte delle immagini pubblicate tra Twitter e Instagram.

    Il jet privato era già finito al centro di feroci polemiche, teatro della prima foto che creò scalpore.

    Come se non bastasse, a rincarare la dose di presunta sfacciataggine, di cui tanti hanno tacciato la donna, anche un video in cui chiedeva alla figlia se andare da Gucci o meno…

    Insomma, nella vita c’è chi può, anche se tanti sottolineano che sarebbe bene avere maggiore rispetto di chi non arriva a fine mese.