Yari Carrisi rivela: ‘Mia sorella Ylenia mi ha parlato’

Il secondogenito di Al Bano e Romina continua a sentire costante la presenza della sorella maggiore, scomparsa nel 1994 e mai più tornata ai suoi affetti. Un dramma di proporzioni devastanti che ha stravolto la vita della famiglia.

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 16 ottobre 2018

Yari Carrisi rivela: ‘Mia sorella Ylenia mi ha parlato’
Foto: Ansa

Yari Carrisi, figlio di Al Bano e Romina, ha scelto per lungo tempo la via del silenzio in merito alla scomparsa della sorella Ylenia. Un cold case lungo oltre un ventennio, da quel 31 dicembre 1993 in cui le tracce della primogenita dei due artisti sembrano essersi perse per sempre. Stavolta, il fratello ha deciso di abbattere una parte di quel muro di ‘non detto’ e svelare un retroscena legato alla giovane.

Yari e Ylenia Carrisi: un ‘dialogo’ postumo

Intorno alla tragica scomparsa di Ylenia Carrisi si è cucita una fitta trama di mistero. A cadenza più o meno regolare, sui tabloid di mezzo mondo il giallo riaffiora con presunti elementi di novità.

A rompere un altro argine nello spaccato di un tessuto familiare sconvolto da quella perdita, è Yari Carrisi, secondogenito del Leone di Cellino e di Romina Power.

Ha parlato della sorella maggiore come di una presenza costante nel suo mondo, fatto di arte ma anche di grande malinconia. Yari l’avrebbe sentita molto vicina a sé durante l’esperienza nel reality Pechino Express, addirittura arrivando a percepirne persino la voce: “Dal primo giorno, mi sono svegliato di notte e sentivo la sua voce che mi parlava e, per tutte le altre notti, la sentivo con me”.

Sono parole che raccontano di un dramma impossibile da superare e dimenticare, che alberga nei cuori dei Carrisi-Power come un cancro che aggredisce i cuori. La svolta, mesi fa, era stata data come cosa praticamente certa. Ma di Ylenia non c’è nessuna traccia.